4.6 C
Comune di Caselle Torinese
domenica, Febbraio 25, 2024

La sindrome di Sailor Moon

Continua la stagione teatrale casellese in Sala F.lli Cervi

Venerdì 14 Aprile in sala F.lli Cervi alle 20:45, Walter Revello della compagnia teatrale Libere Gabbie metterà in scena lo spettacolo: “La sindrome di Sailor Moon”.

L’autore e attore racconta: “Per chi è nato negli anni ’80, l’infanzia è stata costellata di cartoni animati simbolo, da Lady Oscar a Mila&Shiro, da Ken Shiro all’Incantevole Creamy. Paolino è nato agli inizi degli Ottanta ed è cresciuto tra una girella e Bim Bum Bam, trovando nella televisione la sua migliore amica, il suo conforto e il suo confronto con il mondo. Ed è così che guardando Lotti vuole diventare un giocatore di golf, con Sanpei un pescatore, con l’Uomo Tigre un lottatore. Ma la vera rivelazione arriva incontrando I Cavalieri dello Zodiaco, che gli insegnano il valore, l’etica e la morale. Sembrerebbe per Paolino la svolta della vita: da grande farà il cavaliere dello zodiaco! Ma poi, un pomeriggio del 1995, Paolino appena dodicenne scopre Sailor Moon e la vita ha tutto un senso diverso. Paolino lo incontriamo neo quarantenne, alle prese con un se stesso, forse diverso. Quanto di quella guerriera Sailor è rimasto dentro di lui?

Una commedia a voce sola, a metà tra giullarata medievale e stand up comedy, che racconta la scoperta di sé, del mondo, del proprio io e della propria identità sessuale, con fare ironico e autoironico. Uno spettacolo che vuole raccontare il percorso di vita e di crescita, di confronto con il mondo e la realtà, sia a 12 che a 40 anni, con uno sguardo disincantato e potente sul mondo LGBT+. Un’occasione per sorridere e per ragionare sul bisogno di essere se stessi”.

L’acronimo LGBTQIA+ significa: Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali, Queer, Intersessuali e Asessuali. Il simbolo + denota un mondo inclusivo costruito con accettazione, fluidità, integrazione che lascia spazio a nuove autodeterminazioni e a nuove minoranze. La sigla include le diversità cercando di superare gli stereotipi, la negazione dei diritti e i pregiudizi e che declina i diversi aspetti di sesso biologico, di orientamento sessuale e d’identità di genere. Il sesso biologico fa riferimento alle caratteristiche genetiche, ormonali e anatomiche che definiscono l’appartenenza al sesso: maschile, femminile o intersessuale. Le condizioni d’intersessualità compaiono nell’1,7% dei nati e coinvolgono i cromosomi (Sindromi di Turner e Klinefelter), le gonadi (ermafroditismi) e la disfunzione delle ghiandole endocrine (surrene, ovaio e testicolo) con conseguente produzione atipica di ormoni. Invece l’identità di genere si riferisce al senso di appartenenza e al modo in cui l’individuo percepisce il proprio genere sessuale. L’identità di genere delle persone transgender non corrisponde al sesso biologico assegnato alla nascita. La cultura Queer, genderfluid, agender e non-binaria supera il concetto binario, uomo-donna, di genere. Con orientamento sessuale, infine, si definisce l’attrazione emotiva, romantica e fisica verso gli altri: gli omosessuali sono attratti da persone dello stesso sesso, i bisessuali possono essere attratti da ambo i sessi, gli asessuali non provano attrazione fisica, i pansessuali provano attrazione senza discriminare il sesso e il genere del partner e i demisessuali provano attrazione fisica solo se fortemente coinvolti emotivamente. Queste descrizioni non pretendono di essere esaustive.

Il costo dell’ingresso è di 10 euro. E’ possibile prenotare sul sito www.liberegabbie.org,

la stagione teatrale prevede ancora due spettacoli in programma: sabato 20 maggio e sabato 10 giugno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

METEO

Comune di Caselle Torinese
nebbia
4.7 ° C
6.8 °
3.4 °
84 %
1.5kmh
20 %
Dom
10 °
Lun
6 °
Mar
8 °
Mer
9 °
Gio
13 °

ULTIMI ARTICOLI

Insieme si può

0
A volte tutto nasce da un’idea condivisa, da una goccia che alimentata da altre gocce, senza troppo clamore e in maniera inaspettata, vede concretizzarsi...

Il ricordo del PEF