8.8 C
Comune di Caselle Torinese
venerdì, Marzo 1, 2024

Le biciclette bianche dei Provos

Amsterdam Anni Sessanta, gli antesignani dei movimenti per la mobilità sostenibile

Così Matteo Guarnaccia scrive nella presentazione della mostra dedicata ai Provos di Amsterdam, che si svolse a Milano nell’ottobre del 2001.

“Il movimento antagonista più famoso per il suo legame con la bicicletta è stato sicuramente quello dei Provos (ossia “provocatori”) olandesi, antesignani dei movimenti giovanili di protesta sorti nel mondo occidentale negli anni ’60 del secolo scorso. La percezione di “muoversi nel mondo come ciclisti su un’autostrada”, li spinse a scegliere come proprio simbolo totemico una bicicletta dipinta di bianco, allo stesso tempo geniale reincarnazione del cavalluccio a dondolo dadaista e arma contro la proprietà privata capitalista. I Provos sono stati un’inedita confraternita di artisti, teppisti e visionari, che tra il 1965 e il 1967 è riuscita ad instaurare per le strade e i canali di Amsterdam una fugace e illegale repubblica anarchica fondata sull’happening e la burla.

L’iniziativa più famosa dei Provos fu quella delle biciclette raccolte, riparate e verniciate di bianco, e poi date in libero uso ai cittadini per invitarli ad un comportamento meno alienato e più rispettoso. L’iniziativa riscosse tale successo che venne ripresa in molte altre città occidentali.

Per dare un taglio alla straordinaria performance dei Provos, le autorità olandesi ricorsero agli stratagemmi più biechi, tra cui il sequestro delle biciclette bianche, perché, non essendo protette da lucchetti o altri sistemi di protezione, avrebbero costituito un’istigazione al furto. Così terminò la straordinaria performance delle bici bianche, ma un segno profondo restò nella società olandese, che oggi è una delle più tolleranti e attente alle esigenze dei ciclisti e alla mobilità sostenibile. I Provos sono i precursori di altri movimenti contemporanei, più o meno organizzati, che fanno della bici un simbolo di lotta, non soltanto contro quello che viene definito “lo strapotere degli autosauri”, ma anche contro una civiltà malata e senza futuro.”

Anche in Italia, nella seconda metà degli anni Sessanta, si formarono gruppi che si ispiravano ai Provos: uno di questi è il collettivo milanese “Onda Verde”, fondato, tra gli altri, da Andrea Valcarenghi, futuro animatore della rivista Re Nudo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Luigi Bairo
Luigi Bairo
Autore, giornalista e musicista. Ha pubblicato libri dedicati alla “cultura della bicicletta”, resoconti di viaggio, testi di argomento pedagogico, di narrativa per ragazzi e di storia locale. Ha scritto di musica per il settimanale Il Risveglio ed è autore per la rivista Canavèis.

- Advertisment -

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

METEO

Comune di Caselle Torinese
pioggia leggera
8.8 ° C
10.3 °
7.9 °
91 %
0.5kmh
100 %
Ven
9 °
Sab
9 °
Dom
8 °
Lun
13 °
Mar
10 °

ULTIMI ARTICOLI

Concerto di San Mauro a Mathi

0
Chi ci segue ricorderà che nel corso del 2023 le Filarmoniche di Ceretta, Mathi e Corio hanno riunito le forze e si sono esibite...