17 C
Comune di Caselle Torinese
martedì, Aprile 16, 2024

    Una grande serata di musica pop ai Battuti

    Ci voleva il coraggio di Vittorio Mosca per proporre una serata così ai Battuti. Portare la musica pop in una chiesa, con un gruppo formato da chitarre elettriche e batteria, non è una cosa usuale a Caselle. I dodici pezzi che i "popforzombie" di Paolo Passera hanno proposto sono stati il miglior ingrediente che si potesse avere. "Battuti" stracolmi, gente in piazza ché non aveva trovato posto, per una serata da non dimenticare.

    Ci voleva il coraggio di Vittorio Mosca per proporre una serata così ai Battuti.

    Portare la musica pop in una chiesa, con un gruppo formato da chitarre elettriche e batteria, non è una cosa usuale a Caselle.

    Sì è vero, grazie ai concerti de La Novella, pezzi di musica “moderna” si sono già accostati ai nostri luoghi sacri, ma questa volta è stato diverso.

    Così, a memoria, solo un’altra volta un gruppo musicale di questa fatta aveva l’ingresso in una chiesa casellese: era, se non vado errato, il  lontano 1969 quando i Bolds di Gianni Mantovani e Gegè Bonicatto proposero brani della Messa Beat dei Barritas e io, con Giorgio Aghemo, Dario Teppa, Patrizia Bertolo, Marina Dolce, Angela Debernardis e tanti altri facemmo entrare, durante la messa grande della domenica, anche un brano di De André.

    Ma torniamo alla serata organizzata da Vittorio sabato scorso. Ci voleva coraggio, ma ci voleva anche musica, e della buona musica.

    I dodici pezzi che i “popforzombie” di Paolo Passera hanno proposto sono stati il miglior ingrediente che si potesse avere.

    “Battuti” stracolmi, gente in piazza ché non aveva trovato posto, per una serata da non dimenticare.

    Caselle ha bisogno anche di queste emozioni. Ha bisogno di coraggio…e di buona musica.

    Basta cercare per capire che qui abbiamo l’uno e l’altro. Se si vuole.

     

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Elis Calegari
    Elis Calegari
    Elis Calegari è nato a Caselle Torinese il 24 dicembre del 1952. Ha contribuito a fondare " Cose Nostre", firmandolo sin dal suo primo numero, nel marzo del '72, e, coronando un sogno, diventandone direttore responsabile nel novembre del 2004. Iscritto all' Ordine dei Giornalisti dal 1989, scrive di tennis e sport da sempre. Nel corso della sua carriera giornalistica, dopo essere stato collaboratore di prestigiose testate quali “Match Ball” e “Il Tennis Italiano”, ha creato e diretto “Nuovo Tennis” e “ 0/15 Tennis Magazine”, seguendo per più di un ventennio i più importanti appuntamenti del massimo circuito tennistico mondiale: Wimbledon, Roland Garros, il torneo di Montecarlo, le ATP Finals a Francoforte, svariati match di Coppa Davis, e gli Internazionali d'Italia per molte edizioni. “ Nuovo Tennis” e la collaborazione con altra testate gli hanno offerto la possibilità di intervistare e conoscere in modo esclusivo molti dei più grandi tennisti della storia e parecchi campioni olimpionici azzurri. È tra gli autori di due fortunati libri: “ Un marciapiede per Torino” e “Il Tennis”.

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    cielo sereno
    12.1 ° C
    14.9 °
    8.7 °
    72 %
    1.5kmh
    0 %
    Mar
    20 °
    Mer
    16 °
    Gio
    10 °
    Ven
    16 °
    Sab
    18 °

    ULTIMI ARTICOLI

    Ultimi appuntamenti Unitre

    0
    La nostra Unitre comunica: "Inviamo gli ultimi appuntamenti accademici. Con l'occasione porgiamo un arrivederci al prossimo anno alla redazione e a  tutti i lettori di...