17 C
Comune di Caselle Torinese
lunedì, Maggio 20, 2024

    Work in Progress, lavori in corso

    Work in Progress, letteralmente lavori in corso, questo il nome prescelto per un significativo progetto promosso dalla Diocesi di Torino attraverso l’operato dell’Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro.
    È un percorso rivolto a giovani, che al momento dell’inserimento abbiano terminato il corso di studi e non siano ancora impegnati con un lavoro.
    Anche le parrocchie di Borgaro e Caselle vi hanno aderito e Altea Robutti, responsabile e referente del progetto, ha presentato l’intero impianto organizzativo, al termine delle Sante Messe festive.
    Nel merito si tratta di inserire in un team, 10 giovani di Borgaro e Caselle, di età compresa fra i 18 e 29 anni, di qualunque nazionalità, che abbiano terminato il ciclo dei loro studi e non abbiano una occupazione stabile, ma che siano alla ricerca della stessa. Il gruppo così costituito, verrà seguito da Altea Robutti in qualità di Job Educator, ovvero un educatore lavorativo, che li seguirà per un primo percorso formativo.
    “Il nostro non è un ufficio di collocamento”, come ci spiega Altea, bensì “un percorso educativo al lavoro, che partirà da maggio 2024 e si protrarrà fino a tutto giugno. Stiamo cercando anche di coinvolgere famiglie del territorio, ma sopratutto desideriamo individuare questi 10 giovani, con le caratteristiche descritte. Siamo alla terza edizione e possiamo dire di essere molto soddisfatti della nostra attività, nata da una idea di Monsignor Cesare Nosiglia, già Arcivescovo della Diocesi di Torino”.
    Dunque, a tutti coloro che possono essere interessati, rivolgersi ad Altea Robutti, che vediamo in foto durante la sua presentazione, al telefono cellulare: 378.3053098.-Piazza della Fontana, 6 Borgaro.
    Iscrizioni entro il 14 novembre pv con massima flessibilità per i ritardatari fino al 21.11.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Mauro Giordano
    Mauro Giordano
    Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    nubi sparse
    17.7 ° C
    19 °
    15.7 °
    72 %
    4.6kmh
    40 %
    Lun
    20 °
    Mar
    17 °
    Mer
    22 °
    Gio
    15 °
    Ven
    18 °

    ULTIMI ARTICOLI

    Caselle: lavori delle Commissioni Consiliari

    0
    Il Comune di Caselle è di recente rientrato nella classificazione regionale dei comuni “ad alta tensione abitativa”. L’inserimento in tale categoria consente di velocizzare...