Halloween 2023, le strade di Caselle piene di maschere

0
373

Per la festa di Halloween di martedì 31 ottobre, il Servizio Giovani, la biblioteca civica Jella Lepman, l’Istituto Comprensivo e la Pro Loco di Caselle Torinese hanno organizzato un’intera giornata di attività. In mattinata presso la Sala F.lli Cervi, Marco Sereno ha presentato: ”Sereno Monster, Agenzia spaventi”, uno spettacolo mostruosamente divertente riservato agli alunni della scuola d’infanzia “Andersen”. Nel pomeriggio, presso la biblioteca civica, per i bambini e le bambine si sono tenute “letture paurose in mansarda” e per la notte dei pupazzi in biblioteca edizione Halloween i bambini dagli zero agli otto anni hanno consegnato i loro pupazzi-mostro per lasciarli una notte in biblioteca. Al Palatenda del Prato della Fiera si è svolta la festa di Halloween con musica, balli, laboratori creativi e truccabimbi. Alla fine della giornata sono stati designati i vincitori del concorso “la maschera più paurosa”, premiati sul palco dal Sindaco Giuseppe Marsaglia. Le strade del centro erano invase da streghette, diavoletti, scheletri e mostri che spaventavano i passanti e i negozianti con la famosa e temuta domanda: “dolcetto o scherzetto?”.


Halloween è una parola di origine scozzese, All Hallowes Eve, che può essere tradotta letteralmente come vigilia di tutti i Santi. Sono diversi i paesi al mondo che celebrano questa ricorrenza nei modi più tradizionali: girare di casa in casa facendo il dolcetto o scherzetto, partecipare a feste in maschera con costumi macabri e spaventosi, intagliare zucche stile Jack-o’-lantern, illuminate per allontanare gli spiriti maligni. Secondo la leggenda un certo Jack, sulla strada di casa e dopo una notte di bevute, avrebbe incontrato il diavolo, il quale lo avrebbe ingannato e fatto salire su un albero; Jack però avrebbe inciso il segno della croce sulla sua corteccia, intrappolando Satana. La ricorrenza anticamente era un omaggio agli spiriti dei trapassati, infatti secondo alcune antiche tradizioni celtiche e germaniche i morti venivano ricordati e pregati all’inizio della stagione fredda in concomitanza alla morte della natura stessa. La festività di Halloween è carica di superstizioni, complici i filoni di letteratura gotica e horror e la cinematografia che hanno ispirato. Proprio il cinema ha influenzato la scelta di parecchi giovani che si sono travestiti da Joker o emulando lo stile dei personaggi del “dia de los muertos” del film d’animazione Coco.

- Adv -
- Adv bottom -

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.