9.7 C
Comune di Caselle Torinese
mercoledì, Febbraio 28, 2024

Giornata della Memoria 2024

La ricorrenza del 27 gennaio, Giorno della Memoria, è stata istituita in Italia con la Legge 211 del 2000, “al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte”. A ricordo anche di chi si è opposto al progetto di sterminio e, a rischio della propria vita, ha salvato altre vite e protetto i perseguitati. Oltre all’Italia, diversi Stati europei hanno istituito questa ricorrenza, il 27 gennaio 1945 fu la data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz da parte dell’Armata Rossa. La legge 211 stabilisce che in occasione del Giorno della Memoria siano organizzati “cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico e oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, affinché simili eventi non possano mai più accadere”.

Per il Giorno della Memoria, il Comune di Caselle patrocina due momenti di incontro. Per riflettere insieme, per imparare e per non dimenticare.

Venerdì 26 gennaio alle ore 20:45 presso la Sala Cervi di Via Mazzini, la sezione ANPI di Caselle e Mappano presenta: “Memoria”. Nel corso della serata verrà proiettato il video “Il viaggio della memoria” a cura della sezione Santina Gregoris e ci sarà la lettura del passo “Il canto di Ulisse” tratto dal libro “Se questo è un uomo” di Primo Levi, a cura di Andrea De Venuto e Debora Parisi. In chiusura di serata l’intervento del Professore Enrico Mattioda, docente del dipartimento studi umanistici di Torino.
La Presidente Giusy Chieregatti ANPI- sezione ‘Santina Gregoris’, ricorda che nel corso della serata sarà possibile rinnovare i tesseramenti per l’anno 2024.

Sabato 27 gennaio alle ore 20:45 presso la Sala Cervi di Via Mazzini, Walter Revello e l’associazione Libere Gabbie metteranno in scena un’opera di teatro civile con musica dal vivo: ”Liebe, Liebe, Liebe. Buona cena signori Goebbels”.
Il 30 aprile 1945 Adolf Hitler, consapevole dell’incombente sconfitta, si tolse la vita insieme alla moglie Eva Braun. Da quel momento il cancelliere del Reich fu Joseph Goebbels, potentissimo ministro della propaganda nazista. Lo incontriamo la sera del primo maggio, seduto al tavolo della sala da pranzo del bunker, di fronte a sua moglie Magda, una delle poche persone che Hitler riteneva “amica”. Nella stanza accanto, i loro sei figli, uccisi poco prima per non farli diventare “bottino di guerra”. Joseph e Magda si parlano, si sfidano, si confrontano: l’ultima occasione, per comprendere quanto lontano li abbia portati la propria fede nel Nazismo, il proprio credere in Hitler, il proprio sogno di un mondo nuovo che, per nostra fortuna, non si è realizzato. A fare da accompagnamento, un trio di camerieri che suonerà e canterà dal vivo.

Lo spettacolo è scritto e diretto da Walter Revello e le musiche sono a cura di Andrea Mascia. In scena ci saranno Marco Armellino, Simona Cignetto, Andrea Mascia, Federica Scafidi e Nicola Tatta.

L’ingresso è libero e gratuito, con la possibilità di prenotare su www.liberegabbie.org. E’ gradita un’offerta all’uscita per la compagnia teatrale.
Si raccomanda puntualità, in caso di ritardo comunicarlo al numero 3518150719.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

METEO

Comune di Caselle Torinese
pioggia leggera
9.9 ° C
11.1 °
9 °
90 %
3.6kmh
75 %
Mer
11 °
Gio
12 °
Ven
9 °
Sab
10 °
Dom
8 °

ULTIMI ARTICOLI

Leini, comune virtuoso con 16 defibrillatori

0
Sabato 24 febbraio un bella cerimonia ha incoronato Leini Comune virtuoso: sono ben 16 i defibrillatori oggi attivi sul territorio comunale, di cui 12...

Senza logica