17.9 C
Comune di Caselle Torinese
venerdì, Giugno 14, 2024

    Mille fili per una trama, da Remmert a Martinetto Group

    Con questo slogan si è svolto ieri l’interessante vernissage al Castello di Lucento di Torino, da poco recuperato e aperto al pubblico. Una bellissima allocazione all’interno di questo scrigno che forse molti torinesi non sanno esista e le cui origini risalgono al 1.300. Era una delle tante residenze di caccia dei Duchi di Savoia.
    La Fondazione AIEF per l’infanzia e l’adolescenza, presieduta dal giovane Tommaso Varaldo, realizza e sostiene progetti socio-educativi e culturali volti alla tutela e alla promozione dei diritti dei bambini e, unitamente alla Direzione Artistica di Banca dei Patrimoni Sella & C., ha organizzato la prima di una serie di mostre nei locali appena recuperati del castello e dedicata al percorso di un’azienda nata dalla forte volontà del suo fondatore Filiberto Martinetto, noto imprenditore casellese, che insieme alla moglie Franca e alle tre figlie – Antonella, Roberta e Barbara -, partendo da una semplice ditta artigiana è giunto a creare l’attuale Martinetto Group.
    Una appassionata presentazione della curatrice della mostra, Daniela Magnetti, ha tracciato il percorso espositivo che, a differenza di molti altri, è anche sensoriale, ovvero aperto a coloro che preferiscono sentire con il tatto, oltre che vedere i nastri, le stoffe, i filati che nascevano dai processi di lavoro di un tempo.
    La mostra sarà propagandata all’interno dei percorsi didattici delle scuole, “affinché i giovani possano rendersi conto dei lavori di precisione e di sacrificio che mettevano in atto i loro progenitori”, come ha riferito nel suo discorso il Commendator Filiberto Martinetto. Anche il giovane nipote di quest’ultimo, Filiberto Paganini, accomunato dalla stessa passione per il volontariato sociale presso la Croce Verde, come la curatrice della mostra, Daniela Magnetti, attiva volontaria presso la Croce Rossa, hanno sottolineato il primo, come la creatura umana sia a contatto di filati e tessuti sul proprio corpo per tutte le ore del giorno e della notte, la seconda ha invece spaziato verso una interessante illustrazione del castello, delle opere permanenti contenute e poi, cogliendo l’occasione del volontariato cui lei e Paganini sono attivi, ha lanciato l’invito a tutti coloro che indossano divise in generale, di venire a vedere la mostra per toccare con mano i tessuti che costituiscono in parte o totalmente le loro protezioni, le cinture, le bordature o quant’altro derivi da un filato.
    Silvia Ramasso ha poi presentato il libro “Tessere la vita” il cui autore è lo stesso Filiberto Martinetto, che per l’occasione ha voluto omaggiarlo a tutti i partecipanti.
    La mostra resterà aperta sino al 15 dicembre 2024 presso il Castello di Lucento -Sala degli Urogalli-Via Pianezza, 123 Torino e sarà visitabile gratuitamente su prenotazione dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 dal lunedì al venerdì.
    Info: castellodilucento@gmail.com
    Tel 329.2966487

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Mauro Giordano
    Mauro Giordano
    Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    nubi sparse
    18.7 ° C
    21.2 °
    17.9 °
    71 %
    3.1kmh
    75 %
    Ven
    21 °
    Sab
    20 °
    Dom
    24 °
    Lun
    25 °
    Mar
    26 °

    ULTIMI ARTICOLI

    Voglia di vendetta

    0
    Avete presente che emozioni forti si provano quando si subisce un torto? Sicuramente sì. Si può reagire provando una grande rabbia e si potrebbe...

    Vittoria !