E’ stata una grande mattinata di tennis, proprio come sarebbe piaciuta a Nico.

Un sacco di bimbi sui campi del  “suo” T.C. Caselle, per ricordarlo ed onorarlo.

Da troppo Nico Airola, il primo campione sociale che il nostro tennis club abbia avuto, non è più con noi ma continua a vivere in molti dei nostri cuori.

La mattinata, interamente dedicata ai piccoli della nostra scuola, ha visto dapprima i più piccoli disimpegnarsi in mille giochi-sport dove hanno mostrato tutti i progressi fatti con palla e racchetta, per poi lasciare spazio ai più grandi che, seguiti dai maestri Grasso e Scursatone, hanno dato vita ad uno “shoot out”.

Tra i gli under 10 ha vinto Francesco Rondinelli, mentre tra gli Under 12 è stato un testa a testa tra Matteo Isasca e Giovanni Vettorello, col primo a vincere per una incollatura e il secondo a mostrare enormi progressi. Tra gli Under 14 Filippo Fornelli Tasi ha compiuto l’impresa della giornata battendo Diego Bisca, il prodotto più pregiato del nostro vivaio: Filippo però si è superato e ha portato a casa il trofeo consegnato da Mara e Andrea Airola. Un plauso speciale  e di cuore, oltre che alla famiglia, deve andare a  Michele Faugno, presidente de La Forgia che ha voluto e organizzato impeccabilmente questo evento: davvero il modo migliore per ricordare Nico.

Elis

Elis Calegari è nato a Caselle Torinese il 24 dicembre del 1952. Ha contribuito a fondare " Cose Nostre", firmandolo sin dal suo primo numero, nel marzo del '72, e, coronando un sogno, diventandone direttore responsabile nel novembre del 2004. Iscritto all' Ordine dei Giornalisti dal 1989, scrive di tennis e sport da sempre. Nel corso della sua carriera giornalistica, dopo essere stato collaboratore di prestigiose testate quali “Match Ball” e “Il Tennis Italiano”, ha creato e diretto “Nuovo Tennis” e “ 0/15 Tennis Magazine”, seguendo per più di un ventennio i più importanti appuntamenti del massimo circuito tennistico mondiale: Wimbledon, Roland Garros, il torneo di Montecarlo, le ATP Finals a Francoforte, svariati match di Coppa Davis, e gli Internazionali d'Italia per molte edizioni. “ Nuovo Tennis” e la collaborazione con altra testate gli hanno offerto la possibilità di intervistare e conoscere in modo esclusivo molti dei più grandi tennisti della storia e parecchi campioni olimpionici azzurri. È tra gli autori di due fortunati libri: “ Un marciapiede per Torino” e “Il Tennis”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.