Domenica 28 aprile scorso, presso la stazione ferroviaria della Torino-Ceres di Traves, si è tenuta l’inaugurazione del Monumento per la Libertà, e relativa piazzetta, a ricordo dei tragici eventi e dei caduti del 6 gennaio 1944.

La cerimonia è stata molto partecipata e carica di emozione e la sezione casellese dell’Anpi “Santina Gregoris” era ovviamente presente con una delegazione per onorare e rispettare il legame che unisce Caselle con il piccolo comune delle Valli di Lanzo per via di quell’episodio.

Probabilmente per una delazione, il giorno dell’Epifania di 75 anni fa vennero barbaramente trucidati dai nazifascisti 7 patrioti, tra cui i due casellesi Vincenzo Boschiassi e Carlo Cravero. Gli altri caduti furono: Felice Lanfranco, Giuseppe Pocchiola, Guido Vottero, Giulio Vottero e Giacomo Vottero. L’opera è stata ideata, dipinta e donata dalla pittrice Tiziana Di Fonzo e realizzata dal mastro Teresio Casassa.

Hanno portato il loto saluto il sindaco di Traves, Osvaldo Cagliero, ed il sindaco di Caselle, Luca Baracco, sempre molto coinvolto ed appassionato sul tema. Come affermato dalla presidente dell’Anpi casellese, Giuseppina Chieregatti, “sicuramente questa piazzetta così come  è stata creata, sarà d’effetto e di riflessione per chi arriverà e scenderà con il treno dalla valle”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.