PiazzeAmicheWEB“Saluti da Mortegliano”, obbligatoriamente titola questo mese la rubrica Piazze Amiche.
È infatti questa operosa località friulana ad ospitare quello che è diventato ormai un appuntamento annuale abituale, dato che siamo giunti alla ottava edizione.

E anche quest’anno, come in precedenti edizioni di questa manifestazione, l’uscita del giornale avviene in maniera perfettamente sincrona con l’evento: giovedì 13 giugno Cose Nostre è stato piegato e preparato per la spedizione, venerdì 14 giugno sul minibus in partenza per Mortegliano abbiamo caricato un po’ di copie da distribuire, fresche di stampa, agli altri convegnisti. Ma, come già sottolineato in altra occasione, convegnisti è un termine freddo, che non ci piace: chiamiamoli “amici di penna”, in arrivo in Friuli con i loro giornali da tante diverse regioni d’Italia. A tutti loro che ora ci stanno leggendo, rinnoviamo l’abbraccio da Caselle Torinese.


 

Il saluto del sindaco

Un rapporto sempre profondo lega popolazioni e periodici editi dalle Pro Loco. Tante, lo sappiamo, le difficoltà: dai costi di stampa a quelli della spedizione fino al lavoro dei redattori volontari.
L’VIII Convegno dei Giornali Pro Loco, organizzato e ospitato quest’anno dalle nostre comunità e dall’Associazione di Mortegliano, servirà una volta di più a consolidare vincoli e volontà di non cedere, di crederci ancora. Da sindaco appena eletto trovo fondamentale insistere su un aspetto, specie per realtà come quella che da poco amministro, a metà fra paese e cittadina, dove quasi tutti si conoscono e le parentele sono salde: è necessario mantenere e coltivare le proprie identità affinché non siano sopraffatte dalla vorticosa vita quotidiana che allontana sempre più l’uomo dall’ambiente in cui è nato ed ha vissuto.

Le attività svolte dalle Pro Loco diventano pertanto fondamentali per conservare inalterati rapporti umani posti in pericolo ed è importante, quindi, che periodici locali come quello morteglianese, L’Ape, arrivato ai quarant’anni, possa continuare ad essere, come lo è stato, strumento essenziale per mantenere vive fra la gente – anche all’estero – nonché alle associazioni, le memorie e le idee future che si muovono nel circondario e fra di noi.

Questo lo auguro anche a tutti i vostri figli: non c’è differenza. Senza queste pagine, spesso riconvertite in formato web, tutto rischierebbe di perdersi: piccole e grandi storie locali, tradizioni e costumi tramandatici dai nostri avi, aneddoti di un mondo semplice ma ricco di valori. Segni che non devono sbiadire, essere dimenticati o dispersi. Approfondire in un convegno gli sviluppi e l’avvenire di questo particolare giornalismo turistico, culturale e sociale, autentico presidio di ricordi e volàno di proposte, è quindi doveroso ed utile. Nell’invitare a scoprire durante il soggiorno il nostro Friuli, un fraterno abbraccio alle Pro Loco, un in bocca al lupo alle testate ed un augurio di buon lavoro a tutti i delegati e relatori.

Il sindaco
Roberto Zuliani

Il saluto del Presidente della Pro Loco

Per la ricorrenza del 40° anno di pubblicazione del nostro giornale “L’Ape”, importante traguardo che siamo riusciti a raggiungere non senza difficoltà, abbiamo voluto ospitare nella nostra località, grazie alla disponibilità dei Responsabili del Gruppo GEPLI, l’VIII Convegno Nazionale dei Giornali Editi dalle Pro Loco. Difficoltà nella pubblicazione del giornale sorte oltre che per motivi economici anche perché forse è calato l’interesse stesso per le pubblicazioni locali, come per la stampa in genere, in considerazione del dominio esploso dei “social”. “L’Ape”, che vide la luce, con la stampa di un suo primo Numero Unico, aveva come intento quello di creare un dibattito tra le persone, forze sociali, gruppi, circoli e sodalizi. Le intenzioni iniziali a volte, per i più svariati motivi, non sono state sempre rispettate negli anni, ma comunque non è venuto mai meno l’impegno di poter avere uno strumento di comunicazione per diffondere e far conoscere in specie le attività delle Associazioni Locali oltre che, per molti anni, anche l’attività del Comune. Non ci siamo mai scoraggiati del tutto e siamo riusciti ad andare avanti, anche con scelte, in un certo senso difficili, come quella di pubblicare il giornale “on line”, soprattutto per una questione legata ai costi di stampa e spedizione. Dopo un breve periodo, in cui il giornale era legato al tesseramento dei soci, L’Ape è stata poi spedita gratuitamente a tutte le famiglie del Comune ed ai morteglianesi residenti in altre località italiane o Paesi esteri, fino quasi a pochissimo tempo addietro. I rappresentanti di alcuni giornali delle Pro loco si incontreranno a Mortegliano, i prossimi 14 e 15 giugno, proprio per discutere delle problematiche della stampa locale legata, nella maggior parte dei casi, alla valorizzazione delle peculiarità globali delle proprie Comunità. Dobbiamo dire un grazie sincero a Paolo Ribaldone ed ai suoi collaboratori, della Pro Loco di Caselle Torinese, per aver avuto l’idea di coinvolgere i giornali delle Pro Loco e dar vita al Gruppo GEPLI (Giornali Editi dalle Pro Loco Italiane), allo scopo di valorizzare il lavoro fatto dai volontari di queste Associazioni. A nome personale e di tutta la nostra Pro Loco Comunità di Mortegliano, Lavariano e Chiasiellis do il benvenuto ai rappresentanti dei giornali delle altre Pro Loco d’Italia, che hanno annunciato di essere presenti, confidando che, all’ombra del nostro “alto” Campanile, possano trovarsi veramente tra amici e rinsaldare i vincoli per portare avanti “un gioco di squadra” non sempre facile ma egualmente ripagante degli sforzi compiuti. Un grazie anche ai relatori del Convegno che hanno accettato il nostro invito a portare il loro contributo.

Il Presidente della Pro Loco
Flavio Barbina

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here