Butto la spesa

2036

 

“Vado a fare la spesa. Indosso i guanti. Arrivo alla cassa. Devo tirare fuori il portafogli, dal portafogli la custodia del bancomat, dalla custodia il bancomat. Coi guanti mi è impossibile. Ora che faccio? Tocco coi guanti il mio medesimo portafogli che poi rimetto nella mia medesima giacca, che poi riporto nella mia medesima casa? Devo togliere i guanti. Imbusto la spesa, ma ormai senza guanti, tanto… alla fine…

A casa butto i guanti e tengo la spesa. E già, e non l’ho toccata coi guanti? La prossima volta i guanti manco li metto, tanto. E ora? Disinfetto pure il cartone delle confezioni? Dio che mal di testa.

Torno a fare la spesa. Cambio tattica, scaltro. Indosso un solo guanto. Con la mano guantata prendo gli articoli, con l’altra tengo la borsa, maneggio portafogli e bancomat. Il principio è semplice, elementare, sensatissimo: cose estranee col guanto, cose mie medesime con la mia medesima mano. Il codice del bancomat sulla tastiera? Con la mano guantata, ovvio. Già, ma il portafogli con una mano non lo apri. Lo tieni da un lato con la mano guantata e tiri fuori il portafogli con la mano sguarnita o viceversa? Com’era il principio per le cose tue medesime? Dio che mal di testa.
Ora sono a casa. Non ricordo più: cosa ho toccato con cosa e cosa devo disinfettare?
Forse, alla fin fine, il problema maggiore è ‘sto bancomat. Già, già, bravo: preferiresti maneggiare quel vettore di contagio che sono i contanti?

Sai che c’è: butto la spesa.”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.