In apertura dell’ultimo Consiglio Comunale, nella parte dedicata alle interrogazioni del pubblico, Alessandra Marabotto, componente genitori del Consiglio d’Istituto, ha segnalato le molteplici carenze degli edifici scolastici evidenziate dai rappresentanti di classe dell’Istituto Comprensivo di Caselle, e già a conoscenza dell’Assessore di competenza.
Numerosi i problemi riguardanti il decoro dei tre edifici, noti e comunicati all’Amministrazione Comunale già prima della chiusura della scuola per la pandemia: bagni maleodoranti o rotti, rubinetti che perdono.
Problemi non di poco conto rapportati al numero di ore giornaliere di permanenza dei ragazzi in classe.
Nota ancora più dolente riguarda la sicurezza: vetri rotti, tapparelle inusufruibili, vetri pericolanti con tanto di scritte “ vetri fragili”.
La Marabotto ha segnalato che in alcune aule i bambini non possono avvicinarsi alle finestre per non correre il rischio di incidenti in seguito a una rottura improvvisa e imprevista.
All’Amministrazione Comunale è stato richiesto, dunque, un sopralluogo immediato, possibilmente con il coinvolgimento del Comitato genitori, desiderosi di rendersi disponibili alla collaborazione.
Tanto più che all’interno del Comitato stesso esiste una sottocommissione di genitori disposti a prestare la propria opera per interventi minimi e spiccioli.
Il sindaco ha informato i presenti che gli interventi di manutenzione sono iniziati dalla scuola Collodi di Via Guibert.
In questo edificio sono state sostituite le tapparelle rotte, aggiustati i bagni ed è stata eseguita una pulizia profonda e generale nei vari locali, liberando anche quelle stanze che nel corso degli anni erano diventate veri e propri magazzini di vecchi arredi scolastici.
Il sindaco Marsaglia ha già chiesto all’Ufficio Tecnico il preventivo ai professionisti per avere gli studi di fattibilità che permetta l’attuazione rapida delle opere.
La maggior parte degli interventi sarà rivolta alla scuola Rodari di Viale Bona, edificio che più ne necessita.
Si interverrà sul rifacimento del tetto della palestra, dell’auditorium e della palestrina, locali ora inagibili perché ci piove dentro. Si è dato incarico per la sostituzione di tutti i serramenti, ora in ferro e con vetri sottili, mentre al posto delle tapparelle saranno messi tendoni ignifughi di più facile utilizzo. La sostituzione delle tapparelle avverrà in tempi brevi e su segnalazione.
“Tutti questi interventi – ha precisato il Sindaco – sono inseriti in un progetto che richiede la ricerca di finanziamenti e la realizzazione con tempi che potrebbero sfiorare i due anni.
Nel frattempo, perciò, per arginare il pericolo della fragilità dei vetri verrà applicata su questi una speciale pellicola per maggiore sicurezza.”
Per quanto riguarda invece la Collodi di Via Guibert sarà portata a termine la sostituzione delle finestre durante la chiusura per le festività natalizie
Andrà finalmente in appalto l’ampliamento della scuola media, perciò per quanto riguarda l’edificio di piazza Resistenza che cambierà utilizzo d’uso, gli interventi saranno limitati ai problemi più urgenti.

Il sopralluogo nei vari plessi del nostro Istituto Comprensivo, richiesto dai genitori, evocato dal consigliere Turletto e caldeggiato dai capigruppo di minoranza Milano e Fontana, è avvenuto il 10 di ottobre u.s. alla presenza del Sindaco, del dirigente scolastico, del RSPP dell’istituto comprensivo, del capo settore opere pubbliche del Comune di Caselle, dei vari rappresentanti scolastici della commissione sicurezza e dei consiglieri d’opposizione Fontana e Milano, accompagnati dal geometra Favero,
Al giro, in rappresentanza dei genitori, ha preso parte anche il sottoscritto. Le varie parti coinvolte dovranno produrre una relazione che verrà redatta a quattro mani, tra Amministrazione e Opposizioni, ma ciò che è importante far emergere è che si è instaurato un clima collaborativo e fattivo tra le figure presenti al sopralluogo.

Luca Alberigo, rappresentante dei genitori, ha dichiarato. “È stato rassicurante riscontrare, da parte di tutti i soggetti presenti, la volontà primaria di perseguire la sicurezza dei nostri figli e di voler pianificare nel più breve tempo possibile gli interventi individuati.
Qualsiasi ulteriore aggiornamento sul tema verrà prontamente condiviso.”

E nella serata di mercoledì 12 Ottobre giungeva in redazione il comunicato stampa congiunto di Sindaco e parte delle Opposizioni che pubblichiamo integralmente:
Il Sindaco e i consiglieri comunali di opposizione Andrea Fontana, Endrio Milano e Roberto Turletto hanno effettuato insieme un sopralluogo nelle scuole il giorno 10/10/2022. Dal sopralluogo è emerso che lo stato delle scuole è buono e i ragazzi non corrono pericoli. Anche le certificazioni di sicurezza previste dalla normativa sono corrette. Certamente, anche per l’età degli edifici, si rendono necessari alcuni interventi manutentivi che saranno oggetto di una relazione del Sindaco al Consiglio Comunale. Si ringraziano la Dirigente Scolastica, le insegnanti e gli operatori scolastici per la collaborazione dimostrata.
Il Sindaco
Giuseppe Marsaglia
                                                                                                           Endrio Milano
                                                                                                   Progetto Caselle 2027
                                                                                  Andrea Fontana  Roberto Turletto                                                                                                            Caselle Futura”

Comunicato che veniva subitamente, di fatto, disconosciuto da un successivo post su Facebook dal consigliere Andrea Fontana, il quale forniva un lungo, dettagliato elenco di cose da farsi nei nostri plessi, alimentando il dubbio che nelle nostre scuole tutto bene proprio non vada e innescando una nuova teoria di polemiche.

Improvvido Milano a mandare un tranquillizzante documento firmato congiuntamente e subito sconfessato? Improvvido Fontana nel voler, per somma trasparenza, indicare tutto il da farsi, ma di fatto ritrattando il documento inviato dall’alleato nell’operazione d’Opposizione?

La verità probabilmente, come sempre, sta nel mezzo, oltre al fatto che a Caselle proprio non riusciamo a non prestare il fianco alle polemiche.

Gli interrogativi, stringendo, sono due: 1) nei nostri edifici scolastici servono interventi, anche importanti, per ridurre rischi potenziali e che, come già dichiarato dal nostro Sindaco in Consiglio Comunale, devono essere attuati? La risposta è sì.
2) Pur essendo tanti gli interventi necessari menzionati da Fontana, possiamo dire che le nostre scuole continuano a essere sicure e che i nostri alunni non corrono pericoli? La risposta è di nuovo sì. Il resto è fuffa.

Un consiglio: prima di mandare documenti congiunti, accertarsi che i “ congiunti” siano d’accordo sul fare e sul dire, giusto così per evitare inutili e stucchevoli polemiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.