Decreto del 1° Aprile 2023

0
1036

Si pregano gli attacchini (scusate, volevo dire i “Collocatori di manifesti tramite apposito materiale adesivo resistente alle intemperie”) di fissare su tutti i muri della città, tranne quelli pericolanti delle ex stazioni, anche se ormai fasciati da un enorme pannolone, il seguente Decreto.

“A tutta la cittadinanza
Si rende noto che, dati gli imperanti “buonismo ad oltranza” e “politicamente corretto”, si comunica alle Forze dell’Ordine di procedere immediatamente con gli arresti delle seguenti persone:

- Adv -

Willy il Coyote, per:
–    Importazione abusiva di numerosi macchinari “ACME” senza omologazione C.E.E.
–    Pagamenti in nero senza relativa fattura.
–    Mobbing giornaliero nei confronti di Beep Beep.
–    Maneggio di esplosivi senza i relativi permessi (come per gli umani a Capodanno).
–    Abbandono di rifiuti tipo casse ed imballaggi in zone desertiche protette.

Biancaneve, per:
–    Caporalato, con la costrizione in schiavitù di sette fratelli lavoranti in miniera.
–    Mancato rispetto dei D.P.I. (i lavoratori sono senza elmetto e scarpe antinfortunistiche).
–    Grave discriminazione: l’imputata chiama costantemente i suoi collaboratori con il termine “nani”, anziché usare il corretto “diversamente alti”.
–    Pornografia: a causa della loro virtù meno apparente, l’imputata costringeva i collaboratori a girare film porno, che girava poi sul sito “Biancaneve e l’ottavo nano, Bigolo”.
–    Spaccio di stupefacenti. Perché solo un drogato, in 43 anni di lavoro, tutte le mattine canta allegramente “Andiam, andiam, andiamo a lavorar.”

Gatto Silvestro, per:
–    Bracconaggio, caccia abusiva di uccellini con trappole varie.
–    Mobbing giornaliero nei confronti dell’uccellino “Titti”.

Speedy Gonzales per:
–    Infinite e ripetute violazioni del Codice Stradale riguardanti il limite di velocità, registrati dai numerosi Topovelox piazzati su tutto il territorio del Messico.
–    Mobbing giornaliero nei confronti di Gatto Silvestro.

Paperon De’ Paperoni, per:
–    Accumulo di denaro di costituzione metallica senza osservanza delle vigenti norme per il magazzinaggio e stoccaggio dei materiali.
–    Mancata comunicazione all’Agenzia delle Entrate del capitale posseduto.
–    Taccagneria, tirchieria continuata.

Heidi, per:
–    Spaccio e uso di stupefacenti: solo lei vede le caprette che fanno ciao.

Dr. Frankenstein, per:
–    Approvvigionamento di rifiuti ospedalieri senza autorizzazione della A.S.L.
–    Assemblaggio di umanoide senza le dovute precauzioni per la sicurezza.
–    Uso di pratiche antiquate, come il fulmine per dare vita all’umanoide invece delle comode prese per la ricarica delle auto elettriche.

Conte Dracula, per:
–    Esercizio abusivo della professione infermieristica senza il conseguimento degli studi necessari e della conseguente laurea. Inoltre, nessun rispetto per la graduatoria.
–    Prelievo di sangue non autorizzato dalle A.S.L. in Transilvania.
–    Prelievo di sangue ad insaputa del paziente.
–    Prelievo di sangue ad uso personale.

Mary Poppins, per:
–    Voli con ombrello non autorizzati dalla Torre di Controllo.
–    Aeromobile sprovvisto di collaudo e approvazione dell’Aeronautica.
–    Contrabbando di svariati oggetti, tutti contenuti dentro una piccola borsa.

James Bond agente 007, per:
–    Poligamia e stalking con la conquista, l’illusione e l’abbandono di innumerevoli belle donne.
–    Modifica di importanti parti della Aston Martin senza la necessaria revisione da parte della Motorizzazione, come mitragliette montate sui fianchi o motore super potenziato.
–    Spese eccessive nelle trasferte, in particolare quelle relative agli hotel cinque stelle ed ai numerosi cocktail “Martini agitato”. Inoltre, non si capisce perché l’imputato si rechi sempre in località esclusive come i Caraibi, o Gstaad, o S. Moritz. Non si è mai visto, per esempio, a Scampia, a Settimo o al Colle del Lys.

Robert Duvall, per:
–    Grave discriminazione a sfondo razziale: in Vietnam, durante “Apocalypse now” ha chiamato i Vietcong ripetutamente con i nomignoli “Musi gialli”, “Mangia riso” o “Charlie”.

Diabolik, per:
–    Numerosi furti in appartamento senza il rispetto della graduatoria (molti ladri sono in coda, attendendo le assenze e gli spostamenti delle vittime mediante i principali Social).
–    Circolazione con automezzo Euro Zero gravemente inquinante (Jaguar E Type), ormai vietata ovunque.

I cantanti Fausto Leali e Edoardo Vianello, per:
–    Grave discriminazione a sfondo razziale: il primo nella canzone “Angeli Negri”, il secondo con “I Watussi”, mentre con i suoi Flippers cantava “Siamo i Watussi, gli altissimi negri”.
Avrebbero dovuto dire “Diversamente colorati”.

Il cantante Bobby Solo per:
–    Grave discriminazione a sfondo razziale, intitolando un suo brano “Zingara”: avrebbe invece dovuto scrivere “Rom”, oppure “CD”. O al limite “Ospite”.

Una parte della popolazione di Caselle,

per aver creato delle installazioni con il “Colore della gentilezza” discriminando coloro che intendono il Natale come un tributo all’Enel e al consumismo più sfrenato. A questo proposito, prossimamente ci sarà una riunione in Comune, per determinare il nuovo “Colore della maleducazione” che sarà adottato per le prossime feste natalizie.
Sicuramente sarà apprezzato da moltissime persone, e non solo a Caselle.

Il titolare della Trattoria “Da Baldo” per grave discriminazione: una sera, alcuni amici facenti parte di un Club Ornitologico (amanti degli uccelli) hanno organizzato una tavolata nel suo locale, e forse a causa delle generose dosi di buon vino si sono lasciati andare a frizzi e lazzi (con la elle).
Il Baldo quindi li apostrofò scherzosamente con la bonaria frase in piemontese “Aiè mac pì ‘d cùpiu”, mentre invece avrebbe dovuto dire “Ma guarda un po’ stasera, quanti clienti con un diverso orientamento sessuale”. In questi tempi arcobaleno LGBetè, dove un bambino non capisce più come mai la mamma fuma la pipa e il papà gira in minigonna, bisogna pure fare attenzione a scherzare…
Scritto, letto ed approvato.
Il sindaco, Bear

- Adv bottom -

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.