Non può piovere per tutta la vita” Gabriel García Márquez

Vientiane

Vientiane
Vientiane

La capitale del Laos, una città piccola e molto rilassata che tutto sembra tranne una capitale di uno stato dell’Asia, si trova su una insenatura del fiume Mekong. Le tre strade principali sono parallele al lungo fiume mentre la via più lunga ed ampia, la Lane Xang Avenue, va in direzione nord est dal Palazzo Presidenziale correndo attorno al Patuxai, il monumento alla vittoria,  eretto tra il 1962 e il 1968 per commemorare la lotta nazionale per l’indipendenza dalla Francia, con il suo stile laotiano e imponente il monumento si trova al centro di un parco ombreggiato da file di palme e ornato da numerose fontane. Poco oltre troviamo il That Luang, il più importante monumento religioso laotiano, uno stupa dal tetto dorato costruito nel XVI secolo sotto il regno di Setthathirat sul sito di un altro edificio più antico.
foto_1E’ il monumento più fotografato di Vientiane e costituisce anche un simbolo nazionale. La maggior parte dei ristoranti, caffetterie, hotel e guesthouse sono nel centro della città e passeggiare per Vientiane è abbastanza semplice sia a piedi che in bicicletta o tramite uno dei tanti tuk tuk.  

Tuktuk
Tuk tuk

Molto ampia la varietà di cucina presente in città e si passa facilmente dalle bancarelle di strada ai ristoranti che propongono cucina locale, europea, giapponese, indiana o vegetariana.

Vientiane è disseminata di templi ed è facile passeggiare per le vie visitandone parecchi, ma vanno ricordate le regole relative al vestiario che qui sono molto rigide. Si trovano inoltre vari mercatini sia per le cose di tutti i giorni che per i souvernir ed i prodotti artigianali, il più grande di questi è il Morning Market a circa 15 minuti a piedi dal centro città. In questo mercato si trovano un buon numero di bancarelle dedite alla vendita di seta ed altri prodotti tipici. Un altro mercato simile è presente lungo il Mekong in centro città. Numerosi anche i centri massaggi, molti dei quali specializzati in massaggi ai piedi o tradizionali su tutto il corpo.

King Anouvong Park
King Anouvong Park

La sera è possibile passare il tempo rilassandosi in uno dei tanti bar caffetterie o locali con musica dal vivo. La recente ristrutturazione e riammodernamento della zona lungo il fiume ha fatto in modo di aggiungere molti spazi verdi a questa area della città. King Anouvong Park che si trova sul lungo fiume alle spalle del Palazzo Presidenziale è forse il posto migliore per godersi il tramonto a Vientiane.

La città si trova alla confluenza dei fiumi Nam Khan e Mekong con alle spalle uno sfondo di montagne che ne fa uno dei più famosi luoghi turistici del Laos, è stata capitale reale e sede del governo dell’antico regno di Lane Xang conosciuto anche come Terra di un Milione di Elefanti.

Decorazioni dorate del Way May a Luang Prabang
Decorazioni dorate del Way May a Luang Prabang

Luang Prabang è una città piacevole con numerose case coloniali francesi sparse in ogni angolo, con fiori di bougainville davanti alle case e caffè con luci soffuse e bei balconi esterni. Il senso di calma senza tempo che portò i primi visitatori nella città quando il Laos si aprì al turismo, nei tardi anni ottanta, è stato ben preservato. La città è stata dichiarata dall’UNESCO, nel 1995, Patrimonio dell’Umanità.

Ci sono sia attrazioni naturalistiche che storiche, ed è nota per i suoi numerosi templi buddhisti, i suoi monaci, nonché per la cultura e le tradizioni ben preservate. Tempio Haw KhamHaw Kham, il vecchio palazzo reale, oggi museo nazionale, è tra i più famosi luoghi storici della città. Phou Si, una collina situata nel centro della città di fronte all’Haw Kham, è uno dei maggiori punti scenici di Luang Prabang. Dalla sommità si possono vedere stupende albe e tramonti favolosi. Una delle maggiori attrazione della città è la processione mattutina di centinaia di monaci provenienti dai vari monasteri che percorrono le strade della città raccogliendo offerte. Bisogna svegliarsi presto, ma ne vale la pena.

Luang Prabang è considerata da oltre un decennio una delle destinazioni imperdibili nel sud-est asiatico. I suoi panorami, gli stupa dorati,i monaci, le attrazioni storiche e naturali, le antiche tradizioni: tutto questo forma una città unica e affascinante. Senza considerare che oggi è sempre più difficile trovarne di simili nel paese. Nel 2008 il New York Time ha posto il Laos in cima alla sua lista di “luoghi da visitare”. Come se non bastasse, questa città ha ricevuto per tre anni consecutivi, dal 2006 al 2009, il massimo riconoscimento di “Top City”. I lettori sparsi nel mondo di Wanderlust, una rivista inglese leader nel settore dei viaggi, hanno votato Luang Prabang come la più bella città da visitare nel mondo.
Luang Prabang, inoltre, si è posizionata al primo posto nella classifica “Migliori 10 destinazioni di viaggio secondo Facebook”. Il fascino della città unitamente a questi riconoscimenti la stanno rendendo sempre più popolare. Il semplice e pacifico stile di vita dei locali, la loro disponibilità e l’architettura stessa della città, che offre un numero crescente di ristoranti, caffè, guesthouse ed alberghi, insieme ad una posizione incantevole concorrono nell’aggiungere bellezza alla città. Una passeggiata lungo le strade cittadine, guardando lo scorrere della vita degli abitanti, o semplicemente sedere in un locale tranquillo con un caffè guardando il tramonto sul Mekong.

 

Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here