Andar Per Sagre

Ho sempre insegnato ai bimbi che si avvicinavano ai primi concetti di tempo ciclico, che le stagioni avevano un inizio ed un termine ben preciso, scandito nel corso dell’anno solare. L’estate, perciò, è sempre iniziata il 21 giugno con il solstizio d’estate: il giorno più lungo o, se preferite, la notte più corta dell’anno.

Però tutto cambia e poche certezze permangono inossidabili, soprattutto ora che ci si mettono di mezzo il cambiamento climatico, l’inquinamento atmosferico, i mezzi di comunicazione ed i social, veri guru dell’era contemporanea. Sono loro a dettare l’inizio e la fine di una stagione. Ci avete fatto caso? L’autunno entra nelle nostre case attraverso la televisione con le prime pubblicità di medicinali antiraffreddamento, di caldaie d’appartamento super tecnologiche e ad alto risparmio, delle più svariate merendine per gli intervalli a scuola dei nostri ragazzi. Per contro sai che l’estate si avvicina quando quanto sopra citato viene sostituito da bicchieri ghiacciati di birra, di bibite ricche di fibre e concentrati di frutta esotica e verdure, di “… posso dire una parola? C’è un gelato – la marca non si può dire… – laggiù che mi fa gola!” (i più attempati ricorderanno certamente): gelati a profusione da assaporare su spiagge assolate e senza pensieri, di creme solari precedute da creme anticellulite per prova costume.

Ma il vero ed unico avvio della stagione estiva è scandito dalla sospensione di tutti i programmi tivù che ci hanno accompagnato durante il resto dell’anno e dall’inizio di “Techetecheté”, collage di spezzoni televisivi dimenticati per anni e riportati alla luce per l’occasione.

Techetecheté ci porterà sera dopo sera al termine della stagione più attesa dell’anno e solo quando si stopperà sapremo con certezza che si rientra nella routine quotidiana delle lunghe sere invernali e che dovremo dire addio all’estate. Anche se ottobre ci dovesse stupire con una coda di calore tropicale, ebbene no non sarà più Estate, rassegnatevi sarà Autunno!! Volete scherzare? E’ finito Techetecheté, perbacco!!

In questo momento, però, l’estate è nel pieno del suo essere; perciò partite tranquilli per le meritate vacanze o, se avete in programma nulla di preciso, infilatevi gli infradito e lasciatevi prendere dalla pigrizia, fatevi avvolgere dalla buona sonnolenza di una pennichella pomeridiana e vivete per un po’ alla giornata, perché anche il nostro cervello merita un periodo di riposo.

Qui di seguito ho qualche appuntamento festaiolo per voi, anche se sono certa che nelle vicinanze troverete spunti per divertirvi.

Buone Vacanze, gente!!!

p.s.: ricordate la mia preoccupazione sulla presenza, a mio avviso, sempre meno numerosa di rondini nei nostri cieli? Puntuale Luigi Chiabotto, mio mito indiscusso di concretezza e saggezza contadina, mi ha rassicurato con questo resoconto sull’arrivo delle rondini al Gallo Grosso: 2013- 25/3: avvistate tre; 2014- 29/3: due da Cagliotti; 2015- 28/3: due sui campi della Lunga; 2016- 19/3: due da Cagliotti; 2017- 18/3: una; 2018- 1/4: Pasqua due nel nido della stalla di Cagliotti.  Grazie, Luigi!


 

Usseglio (TO) – 21 e 22 luglio

Mostra regionale della toma di Lanzo e dei formaggi d’alpeggio

Considerata una della più rinomate manifestazioni delle Valli di Lanzo, permette l’incontro tra la migliore produzione lattiero- casearia e il consumatore. In questa maratona culinaria ad alta quota si alternano assaggi, incontri e visite guidate agli alpeggi della zona, corsi di potatura, panificazione e caseificazione in diretta. Questo week end è dedicato alla mostra bovina (barà valdostana, pezzata rossa e grigia alpina), ovina e caprina, tra cui la caprina  Grigia delle Valli di Lanzo.

San Damiano d’Asti (AT) – Dal 20 al 25 luglio

Sagra del fritto misto alla gorzanese

Enogastronomia e divertimento. Ampi spazi all’aperto per musica da ballo da godere nelle calde e profumate sere estive e un’area ristoro attrezzata per poter apprezzare tutti i piatti e i vini del ricco menù. Oltre le numerose portate del fritto misto si possono gustare agnolotti, tomini, acciughe al verde, bistecca e patatine. Tutte materie prime di alta qualità ed un abbinamento enologico garantito dalle aziende vinicole partecipanti. Tel. 0141.975056.

Ceretti di Front (TO) – Dal 26 luglio al 1 agosto

San Dumine e Sagra della patata

La 35° edizione si trasforma in un affascinante e variopinto spettacolo di mercati, concerti in piazza, eventi artistici, laboratori enogastronomici, rassegne commerciali ed eventi sportivi. Quest’anno la Pro Loco in collaborazione con alcune aziende ha deciso di produrre all’interno del territorio comunale i 70 quintali di patate che verranno usate durante i sette giorni della Sagra. L’unione della festa patronale di San Domenico con la Sagra ha permesso di offrire spazio anche a piatti tradizionali come la “lisetta”, speciale piadina cotta alla piastra; le ciambelle di patate cosparse di zucchero a velo ed il gelato di patate assolutamente da provare. Il tutto accompagnato da ottimi vini piemontesi.
Tel. 011 9251510.

Vercelli – Dal 18 al 24 agosto

Sagra d’la panissa

Il Comitato Vecchia Porta Casale di Vercelli ha fatto del piatto simbolo della tradizione una Sagra giunta alla 28° edizione per abbinare un momento si svago, con musica e balli, al piacere di degustare il piatto tipico. Gli ingredienti sono pochi e tutti del territorio: riso carnaroli, fagioli di Saluggia, salame d’la duja di origine artigianale. Tel. 0161 5961.

Cortemilia (CN) – Dal 18 al 26 agosto

Sagra della nocciola IGP Piemonte

La Sagra avrà la sua inaugurazione domenica presso i locali dell’ex convento francescano, alla quale seguirà la caratteristica sfilata delle “nizuere” per le vie del paese con il tradizionale lancio delle nocciole. Sarà l’occasione per abbinare a questo importante prodotto locale una carrellata di eccellenze culinarie langarole in degustazione e vendita per le vie del centro storico. Tra i vari appuntamenti spicca “Profumo di Nocciola”, fiera del dolce della “Regina Tonda Gentile delle Langhe” e del vino di Langa. Tel. 0173 81027.

Gavi (AL) – 25 e 26 agosto

Di Gavi in Gavi

Manifestazione che festeggia il “Bianco Piemontese” ed il suo territorio. Degustazione e performance che accompagnano il pubblico in un viaggio sensoriale alla scoperta di un vino famoso in tutto il mondo, di un territorio in cui si fondono arte, cultura ed enogastronomia e di un paesaggio unico dominato dal Forte di Gavi. Le corti medievali e alcune dimore saranno aperte eccezionalmente ed allestite a tema per ripercorrere la storia del Gavi. Una giornata ricca di appuntamenti, eventi e musiche, che faranno rivivere la leggenda della Principessa Gavia, fondatrice della città.
Tra gli appuntamenti si segnalano ”I Calici e le Stelle”, apertura straordinaria delle Cantine del Gavi e “Gavilonga”, passeggiata tra i vigneti. Tel. 0143 642712.

Carmagnola (TO) – Dal 31 agosto al 9 settembre

Peperò

La Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola è la porta d’accesso ad un microcosmo di tradizioni, valori e conoscenze del territorio carmagnolese.
Affascinante e variopinto spettacolo di mercati, concerti, eventi artistici, laboratori enogastronomici e sportivi. Tel. 011 9724270

Cocconato (AT) – 1 e 2 settembre

Cocco…wine

Le bellezze di questo luogo arroccato sulla collina vengono valorizzate in questi due giorni di festa da degustazioni, approfondimenti, ospiti e musica. Le sei aziende vinicole del Comune animeranno il banco d’assaggio allestito lungo la via principale del piccolo borgo; una virtuale strada del vino in cui agli assaggi saranno alternate le degustazioni di prodotti d’eccellenza.
Sabato dalle 17 alle 24 e domenica dalle 16 alle 20 una degustazione guidata sarà dedicata al Barbera d’Asti di Cocconato ed al suo territorio. Tel. 0141 907007.

Masera (VB) – Dal 6 al 10 settembre

Festa dell’uva

Manifestazione, giunta alla 93° edizione, che festeggia il termine dei lavori in campagna e che, accompagnata da veglie danzanti tutte le sere, offre degustazione di vini e prodotti tipici delle valli ossolane e della vicina Svizzera.
Un’occasione per conoscere la cultura locale e le specialità gastronomiche come la “pascta e bajan rustia”, pasta e taccole con formaggio ossolano arrostita.
Durante l’evento le frazioni del Comune si metteranno in gioco per la conquista dell’ambito Palio degli Asini. Spettacolo pirotecnico conclusivo. Tel. 0324 35252.

Gattinara (VC) – Dal 7 al 9 settembre

Festa dell’uva

Nei tre giorni di festa si è coinvolti dall’allegria e dal senso di accoglienza e appartenenza ad una Comunità. Una trentina di taverne per poter degustare specialità gastronomiche tipiche e Gattinara DOGC insieme ai vini di Vercelli, Biella e Novara.
Gli eventi animeranno la città con spettacoli, artisti di strada e musicisti. Un vortice di sapori ed un incalzare di suoni. Tel. 0163 824316.

Asti – 8 e 9 settembre

Festival delle Sagre Astigiane

Occasione per respirare le atmosfere di un mondo contadino tra Otto e Novecento. Domenica alle 9.15 si terrà la sfilata di 3000 figuranti in costumi d’epoca, su carri tirati da buoi o da roboanti trattori a “testa calda” nelle vie cittadine.
Ogni paese, con la sua Pro Loco, mette in scena il lavoro nei campi, i mestieri, le feste contadine, i riti religiosi. In Piazza del Palio decine di casette danno vita ad un villaggio in cui un esercito di cuochi prepara e serve ad un pubblico in ordinata attesa il menù più ricco e variegato di ogni tempo. I piatti sono più di 80, divisi tra antipasti, primi, secondi e dolci.
Solo ricette tradizionali tramandate da generazioni e cucinate con materie prime del territorio. Tutti i piatti sono accompagnati da vini DOC astigiani.
Sabato dalle 19 alle 23 le Pro Loco servono le loro specialità gastronomiche; i dolci saranno pronti per le 24.
Domenica dalle 11.30 alle 23 apertura del “Villaggio Gastronomico” in Piazza del Palio con le specialità delle Pro Loco astigiane e di due “Pro Loco fuori porta”. Tel. 0141 399111.

Caluso (TO) – Dal 13 al 17 settembre

Festa dell’uva Erbaluce

Nella cittadina canavesana si festeggia l’Erbaluce in tutte le sue declinazioni, che fu tra i primi vini ad ottenere la DOC in Italia nel 1967, divenendo poi DOCG nel 2011.
Il programma della manifestazione vede come punti salienti la sfilata, il Palio, l’incoronazione della Ninfa Albaluce ed il torneo sportivo tra i Rioni. Il buon cibo ed il divertimento faranno vivere ai visitatori sensazioni uniche.
Come sempre l’uva ed il vino saranno protagonisti: il Passito di Caluso, l’Erbaluce di Caluso ed il Cuveè Erbaluce, spumante nato da questo acini pregiati. Concerti ed eventi in piazza, apertura “Veje Piole”, sfilata dei Rioni e delle Frazioni con i loro carri faranno da corollario a questa imperdibile festa. Tel. 011 9894970.

Savigliano (CN) – Fino al 30 settembre

MUSES – Doppio Senso

“Visioni inalazioni eno-culinarie” questa la denominazione completa della mostra progettata in occasione del più celebre concorso mondiale di alta cucina, il “Bocuse d’Or”, ideato nel 1987 dal padre della Nouvelle Cuisine francese Paul Bocuse, recentemente scomparso, tenutosi quest’anno a Torino.
La mostra si riferisce a artefatti, quadri, disegni, oggetti ma anche profumi, tutti ispirati al cibo e al vino, che sono stati creati per stimolare i sensi della vista e dell’olfatto dei visitatori.
L’esposizione è divisa in due sezioni: da un lato saranno montate opere a muro di sei noti artieri subalpini; l’altra sezione, quella delle inalazioni, consiste nell’installazione su alcuni tavoli di “olfattori”, preziosi contenitori in vetro di Murano che conterranno profumi gourmand.
Orari: dal martedì alla domenica 10-13, 14-18. Tel. 0172 375025.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here