Andar Per SagreIl mese scorso ho dato spazio a molti appuntamenti interessanti, tralasciando il progetto di un itinerario ricco di sorprese tra le risaie della vicina Lombardia. Beh, mantengo la promessa e vado ad illustrarvi la mia idea. Non è una trasferta impegnativa e la si può fare in quella giornata che ti va di oltrepassare i confini della quotidianità senza strafare ed arrivare distrutto la sera.

Prima mèta della nostra scampagnata è Mortara, in provincia di Pavia; sono 113 km circa da percorrere sulla SS 596 che tocca Chivasso, Crescentino, Trino, Casale Monferrato, Mortara. Oppure 119 km di A4, A26 e SS596. 
Superata, però, Candia Lomellina, incontrerete il paese di Cozzo con il suo bel castello  a pianta quadrata del 1214, rimaneggiato nel 1400, che nel 1499 ospitò il re di Francia Luigi XII. È un tipico castello visconteo di pianura, circondato da un ampio fossato, oggi asciutto, ha al suo interno un cortile quadrato con resti di decorazioni e stemmi. Proseguendo vi segnalo anche il Castello Isimbardi di Castello d’Agogna, risalente al XII secolo, circondato da uno splendido parco; è visitabile nei fine settimana dalle 15 alle 19 e fino al 16 giugno ospita una mostra di carte provenienti dall’archivio isimbardi. Tra circa 6 km eccovi a Mortara, che trovandosi in una posizione di confine è stata spettatrice di scontri e scaramucce fra eserciti avversari fin dal tempo dei Franchi di Carlo Magno, che qui sconfissero  i Longobardi di Desiderio. Più recentemente la cittadina vide la sconfitta dell’esercito sabaudo il 22 marzo 1849 nella I Guerra d’Indipendenza, che si concluse con la vittoria austriaca del Maresciallo Radetzky. 
Re Carlo Alberto, presente sul campo, abdicò lasciando il trono al figlio Vittorio Emanuele II al quale spettò il compito di firmare l’armistizio di Vignale con il quale fu ripristinato il Lombardo-Veneto (perdonate questo intermezzo scolastico, insegnare storia mi piaceva tantissimo!).

Tornando a noi, la cittadina di Mortara è rinomata per le sue molte chiese e basiliche ed il suo centro storico merita una passeggiata. Sulla strada che da Casale porta a Vigevano troverete la suggestiva Abbazia di Sant’Albino dell’VIII secolo. Non tralasciatela è un angolo ricco di fascino.

A soli 14 km da Mortara ecco Vigevano. Cuore della città è senza dubbio la bellissima rinascimentale Piazza Ducale, costruita per ordine di Ludovico Sforza nel 1492. Gli archi dei portici si snodano sino alla Torre del Bramante, usata come modello per la Torre del Castello Sforzesco di Milano. Leonardo da Vinci soggiornò più volte a Vigevano percorrendo le campagne, compiendo studi sui salti d’acqua, i mulini, le stalle che ospitavano i cavalli del Duca, annotando tutto sui suoi taccuini. Si ispirò proprio a Vigevano per la sua città ideale. Per questo a 500 anni dalla sua morte la cittadina promuove una serie di iniziative e un calendario ricco di eventi. Palazzo Ducale offre scorci da non perdere come la scuderia e la Strada Coperta unica in Europa, voluta da Luchino Visconti nel 1347 che collegava in modo sicuro la vecchia rocca al più moderno castello. Dopo tanto passeggiare, sedetevi in uno dei tanti bar su Piazza Ducale e godetevi un buon aperitivo lasciando scorrere lo sguardo su tanta bellezza. Se potete munirvi di bicicletta, numerosi sono gli itinerari fuori città lungo strade poco trafficate e sentieri che si snodano tra risaie ormai allagate e verdeggianti. Rientrando, seguite la SP183 direzione Gambolò (8 km) e concedetevi ancora una visita al Castello trecentesco, già appartenuto ai Beccaria e passato nel 1481 sotto il controllo di Ludovico il Moro, che qui vi risiedette con una certa continuità. Oggi al suo interno si trova il Museo Archeologico che raccoglie reperti della civiltà lomellina dalla preistoria all’epoca romana. 

La giornata a questo punto starà volgendo al termine e spero sia stata di vostro gradimento.

Ora, come rubrica vuole, ecco qualche appuntamento qui e là.


Reggia di Venaria (TO) – 16 giugno
Le Delizie del Re

Una visita nel frutteto della Reggia, che abbraccia la Cascina Medici del Vascello e che ospita 1700 alberi messi a dimora nell’autunno del 2010. La scelta delle specie ha privilegiato quelle adatte per clima, quindi le varietà storicamente presenti nel territorio piemontese e, infine, tra queste, le più interessanti per la qualità organolettica dei loro frutti. Il frutteto è un giardino in cui gli alberi sono allevati a candelabro e a spalliera, portamenti che oltre a favorire la produzione e la raccolta, consentono di ottenere risultati estetici incantevoli. La distanza reciproca degli alberi è maggiore rispetto a quella impiegata nelle produzioni intensive, e consente di ospitare a terra  prati e colture erbacee, camminamenti e spazi liberi.
Nulla va sprecato e i frutti sono destinati all’utilizzo immediato, trasformati in conserve e marmellate, che saranno gustate al termine della visita.
Prenotazione obbligatoria: 011 4992333; [email protected]

Serralunga d’Alba (CN)
Passeggiate letterarie

Le Passeggiate Letterarie sono occasione per riscoprire i grandi classici, condividendo l’emozione dell’ascolto con altri cultori del genere: un fare comunità che unisce la passeggiata in senso fisico alla passeggiata attraverso le parole e i pensieri.
L’obiettivo infatti è quello di avvicinare alla lettura anche i non lettori, attraverso incontri dinamici e non accademici nei quali è possibile, per il pubblico, dialogare e confrontarsi in modo diretto e informale con l’autore ospite. Il tema scelto quest’anno è ”I libri delle nostre vite”: ai lettori ospiti è stato chiesto di scegliere di leggere ad alta voce il libro che è stato più importante nella loro storia personale e artistica. Per chi lo desidera, dopo le passeggiate previste a Fontanafredda sarà possibile fermarsi per l’aperitivo presso l’Osteria DisGuido.
Per la primavera-estate 2019 verranno riproposte le collaborazioni con la Scuola di Cinema L’Aura di Ostana, con il comune di Bosia, in Alta Langa e con l’Associazione Andè.

21 giugno – Tenuta di Fontanafredda – 18-19.30 – Omar Pedrini: il rockettaro che ama la letteratura, la natura e il buon vino, fondatore dei Timoria e da molti anni ormai, avviato a una carriera solista, leggerà in sei tappe nel Bosco dei pensieri, Siddharta di Herman Hesse.

29 giugno – Tenuta di Fontanafredda – 18-19.30 – Oscar Farinetti: come ogni anno una delle passeggiate della Fondazione sarà condotta e guidata dal padrone di casa. Leggerà i poeti Mistral, Neruda, Montale, Szymborska e Guerra.

7 luglio – sferisterio di Bosia – 15.30-17.30 – Bandakadabra: è una delle street band più interessanti del panorama musicale, la guida il mitico Gipo Di Napoli, un passato da ricercatore universitario in Filosofia del diritto, un presente da show man, che leggerà Lettere a un giovane poeta di Rainer Maria Rilke.

13 luglio – Tenuta di Fontanafredda – 18-19.30 – Piergiorgio Odifreddi: Matematico, logico e accademico, esperto di comunicazione scientifica e disvelatore di fake news, leggerà il De rerum natura di Lucrezio tradotto da lui stesso. Per informazioni: 0173.626424.

Sale San Giovanni (CN) – 23 giugno
Provenza in Langa

Una gita in Langa per ammirare la fioritura della lavanda in questo piccolo borgo  che è riuscito a reinventarsi e a salvarsi grazie alla lavanda e alle erbe aromatiche diventando una vera e propria eccellenza nel settore officinale e erboristico.
Il percorso a piedi agri-panoramico, impegnativo per i dislivelli e la lunghezza del percorso (11 km), toccherà le colline e il centro storico del paese, di cui si visiteranno le pievi di San Giovanni e di San Sebastiano, ricche di antichi affreschi. Pranzo al sacco e  rientro in serata.
Ritrovo a Chieri  piazza Europa per viaggio in bus GT con partenza alle 7,30. Quota partecipativa: 28 € (comprensiva di viaggio in bus GT, accompagnamento, tessera associativa e assicurazione infortuni); 20 euro per i ragazzi minori di 10 anni. Posti limitati.
Iscrizioni entro il 30 maggio: [email protected]; 349.7210715- 380.6835571

Castellinaldo (CN) – 13 luglio
Terre d’Arneis

Passeggiata di circa 6 chilometri, per tutti, a passo lento, in un territorio incredibile, tra dolci colline, vigne pregiate, storia millenaria ed eccellenze enogastronomiche. Saranno utilizzati sentieri sterrati o comunque stradine a traffico ridotto. Sono presenti alcuni tratti in pendenza, per cui si consigliano scarpe da trekking. 
La passeggiata presenterà tre posti tappa abbinati alla degustazione delle prelibatezze culinarie locali e degli eccellenti vini DOC e DOCG dell’Azienda Agricola Cascina del Pozzo. 
A tutti i partecipanti, per la degustazione, all’atto dell’iscrizione, verrà offerto un calice con sacca porta bicchiere.

1ª Tappa: Friciule e lardo, frittate alle erbette. Vini: Spumante Brut Decimo e Langhe Favorita 2018;
2ª Tappa: Acciughe al verde e giardiniera. Vini: Roero Arneis “Montemeraviglia”  2018, Langhe Rosato 2018 e Barbera d’ Alba“Fossamara” 2017;
3ª Tappa: Risotto.  Nebbiolo d’Alba 2017Dolce e Caffè. Vini: Birbet dolce.

Ritrovo alle 18.30 in via San Damiano a Castellinaldo.
Quota partecipativa: 19€ (14€ 10-18 anni- gratis fino a 10).
Prenotazione obbligatoria entro lunedì 9 luglio: Info ed Iscrizioni: 3806835571 – 3497210715   [email protected]   

 

Galliate (NO) – Dal 2 al 7 luglio
Raduno folkloristico internazionale

È una manifestazione che si tiene con cadenza biennale ed è organizzato dal gruppo folk Manghin e Manghina. Il Castello Visconteo Sforzesco farà da scenario al Raduno.
Tanti i gruppi folk da tutto il mondo che si esibiranno nel comune novarese.
Presenti gruppi da Russia, Cile Bulgaria, Taiwan, Belgio e Italia.

 

Varallo Sesia (VC) – Dal 12 al 21 luglio
Alpaà

Il nome richiama il momento di festa dei pastori che scendevano a valle per vendere i loro prodotti della montagna. Nata nel secolo scorso per valorizzare il territorio valsesiano, ha ottenuto la qualifica di manifestazione regionale. Oltre alla mostra mercato dislocata per le via del centro storico, propone arte, cultura, sport, enogastronomia e musica con concerti gratuiti che si svolgono nella piazza centrale della città, dove si sono esibiti nel corso degli anni artisti italiani di primo livello: Lucio Dalla, i Pooh,  Gianna Nannini, Max Spezzali per citarne alcuni.
È ufficiale che sabato 13 luglio Vittorio Sgarbi sarà al Sacro Monte per presentare lo spettacolo “Leonardo” in onore del 500° anniversario della morte del grande genio.  A corollario di tutto ci saranno anche visite guidate gratuite al patrimonio artistico di Varallo. Orari: dalle 17 alle 3; domenica dalle 10 alle 3. Tel. 0163.562712.

Usseglio (TO) – 12,14-20-21 luglio
Mostra regionale della Toma di Lanzo e dei formaggi d’alpeggio

Una delle manifestazioni più importanti delle Valli di Lanzo. Per due week end un centinaio di produttori del Piemonte e di numerose regioni italiane proporranno degustazioni di formaggi e prodotti tipici, accanto ad una vasta esposizione di oggetti d’artigianato e delle tradizioni locali. Si alterneranno assaggi, degustazioni, visite guidate ad alpeggi della zona. Il secondo week end sarà più incentrato sulla razza bovina, ovina e caprina delle zone alpine. Interessante da degustare il “Risotto del marghè” da record preparato all’istante nel primo fine settimana; nel secondo da non perdere il salame di turgia nella padella gigante da due metri di diametro.
È veramente una festa da vivere anche solo per la bellezza del paesaggio e l’aria pura che si respira e che profuma di resina. Se siete fortunati come me potrete scorgere sulle alture nella sera imminente le sagome dei camosci che si affacciano curiosi. Tel. 0123.83702.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here