Andar Per Sagre“Viaggiare insegna a dare il buongiorno a tutti 
A prescindere
Da quale sole proveniamo…
Viaggiare insegna a conoscere di cosa siamo capaci
A sentirsi parte di una famiglia
Oltre frontiere, oltre confini,
oltre tradizioni e cultura…”

Quanto è vero! Viaggiare apre la mente, ti educa a non giudicare senza conoscere, a non sentirti il centro del mondo. L’ho sperimentato quest’anno raggiungendo una coppia di amici che vive in Texas, una delle stelle della bandiera americana, che per i texani è… “La Stella”, quella unica e sola che sventola sul loro vessillo. Terra difficile da descrivere per gli ampi spazi che non rientrano nelle nostre geometrie; terra di contrasti che racchiude deserti e canyon di rocce rosse, ma che al sud è bagnata dalle acque del Golfo del Messico.

Immensi ranch di cui non si vedono i confini; colline verdeggianti in cui scorrono fiumi sinuosi e dolci che diventano furiosi alle prime piogge, curati e vissuti intensamente come luoghi di vacanza e refrigerio nella calura estiva che raggiunge anche i 50° in piena estate, ma anche colline intere distrutte dalla cementificazione ossessiva e trasformate in agglomerati di villette tutte uguali; città di grattacieli sfavillanti e di campus universitari che sono “città nella città” e paesi che potrebbero essere tuttora la location di film western in puro stile messicano; interi reparti in centri commerciali immensi di mangime per cervi, procioni, colibrì e volpi affiancati da vetrine senza fine di pistole e fucili per la caccia e la difesa personale (che mi hanno messo a disagio). Ho incontrato gente rude ma affabile, gentile e sorridente pronta al saluto e a venirti in aiuto se ti vede in difficoltà. Uno Stato in cui vige ancora la pena di morte e che rende suprema la difesa personale. Non condivido, naturalmente, ma non giudico, perché credo si debba nascere e vivere in un luogo per capire le radici di una scelta.

Tornando nella nostra quotidianità, cerchiamo comunque di viaggiare e di conoscere sempre qualcosa di nuovo. Ecco perciò alcuni spunti per dolci fine settimana nelle brume autunnali.


 

Cuneo – Dal 18 al 20 ottobre
Festa Nazionale del Marrone
La Fiera si sviluppa su tre aree tematiche Piazza Galimberti, Via Roma e Piazza Virginio. La città diventa la gustosa vetrina delle eccellenze e delle antiche tradizioni culinarie del territorio. Centinaia di espositori animano il centro storico con profumi, sapori e colori, con suoni , spettacoli e concerti. Dalle 9 alle 23.

Villar Focchiardo (TO) – Dal 18 al 20 ottobre
Sagra Valsusina del Marrone
La Sagra, giunta alla 58° edizione, è forse la più antica d’Italia. I produttori valsusini faranno a gara per conquistare il titolo di “miglior produttore dell’anno”, mentre il premio “Marrone d’oro” valorizzerà il lavoro del castanicoltore che più si è distinto nella cura e nella valorizzazione del marrone. Lungo le vie del paese o nello stand della Cooperativa “La Maruna” Perù e Gepa, figure della tradizione, distribuiranno le “brusatà” al pubblico con il sottofondo del gruppo musicale “Barbis du Vile”. Non mancheranno appuntamenti enogastronomici con menù a base di marroni; spettacoli di strada, teatro e musica.

Saluggia (VC) – Dal 18 al 20 ottobre
Sagra del Fagiolo
Un tempo “pane dei poveri”, il Fagiolo di Saluggia è diventato specialità tipica apprezzata dalla migliore cucina. Tradizionalmente viene cotto  in pignatte di terracotta di Castellamonte, oppure in “caudere” di rame, accompagnati da cotechino, “piutin e previ” (zampino e cotenna di maiale). Unito al riso vercellese diventa un piatto rinomato. La domenica della Sagra a pranzo in Piazza del Municipio avverrà la distribuzione gratuita di fagioli. Non mancheranno serate danzanti, mostre, visite guidate con il trenino e una biciclettata gastronomica nella campagna saluggese. Lo stand gastronomico sarà aperto tutte le sere e la domenica anche a pranzo. Si terrà anche per l’occasione un raduno camperistico. Tel. 0161 480525- 0161 486932.

Orbassano (TO) – Dal 18 al 20 ottobre
Fiera del Sedano Rosso
Nelle vie del centro cittadino si snoderà una mostra mercato con prodotti d’eccellenza tipici. La domenica i produttori del Sedano Rosso esporranno in vendita il loro raccolto. In Piazza Umberto I ci saranno degustazioni di specialità al Sedano Rosso abbinate a vini rigorosamente selezionati dal consorzio di tutela. Nella sezione “Sedano in Piazza” ci sarà la mostra mercato dell’enogastronomia. Naturalmente, come in tutte le grandi manifestazioni, non mancheranno l’animazione musicale, teatrale e tanti laboratori. Tel. 011 9036111.

Moriondo Torinese (TO) – Dal 19 al 21 ottobre
Sagra del Cavolo Liscio
Presso lo stand gastronomico si potranno gustare i prodotti tipici a base di cavolo liscio: pes ‘d coj, minestra moriondese di cavolo, caponet, san crau, insalata di cavolo, torta di cavolo e cioccolato, frittelle dolci di cavolo. Ballo liscio a volontà. Per le vie del paese si snoderà il mercatino dei prodotti tipici, dell’artigianato e dell’antiquariato minore.

Baceno (VB) – Dall’1 al 3 novembre
Sagra MeleMiele
Protagonisti della sagra sono, naturalmente, la mela e il miele accompagnati ai formaggi d’alpeggio di mucca e di capra, al famoso Bettelmat, alle tisane fatte con erbe officinali e ai liquori digestivi di erbe purissime, alle marmellate e confetture di vera frutta. Poi salumi, pane e dolci fatti in casa con antiche ricette, patate e castagne, noci, crema da spalmare. Questo lungo elenco di prelibatezze sarà accompagnato da ottimo vino e da birra locale. Non mancherà l’artigianato. Nei ristoranti locali verranno serviti menù tipici a tema. Si potranno effettuare escursioni e visite guidate ai musei e ai luoghi storici della valle. Tel. 377 6789038.

Mondovì (CN) – Dall’1 al 3 novembre
Peccati di Gola
Irrinunciabile appuntamento con i sapori e la cultura enogastronomica del territorio. Percorsi tematici si articoleranno nel centro storico, trasformato in un’ampia vetrina di eccellenze agroalimentari. Si potrà organizzare la propria visita nel modo desiderato, seguendo le indicazioni e la mappa forniti nei punti informativi. Aree food in diverse piazze con la Via del Pane, Osterie dei Golosi, Mangiamac e Birropolis.  Rakikorner Assapora la Cultura aprirà i monumenti del Sistema Urbano Integrato e il Museo della Ceramica. Numerosi i laboratori e le degustazioni. Tel. 0174 559211.

Monforte d’Alba (CN) – 20 ottobre
Bar to Bar
Immersi tra i vigneti del Barolo, attraverso i cru più noti e ricercati è tutto un susseguirsi di dolci pendii disegnati da rigorose geometrie di filari. Sulle colline sono arroccati castelli e fortezze medievali. Il percorso ad anello si snoda per 16 km e dura circa 4 ore. L’escursione è condotta da una Guida Escursionistica Ambientale. Pranzo al sacco. Si raccomandano calzature adeguate e zaino. Partenza da Monforte alle 9.30; rientro previsto per le 18. Quota di partecipazione 15€. Prenotazione: 348 012 1097.

Monticello d’Alba (CN) – 20 ottobre
I sentieri romantici del Roero e il Castello animato
Si attraversano vigne, boschi e zone coltivate; si percorre il Bric San Cristoforo e si giunge a Santa Vittoria dove spicca la torre che si erge sulla scarpata del Tanaro. Si cammina su bellissimi sentieri avvolti nelle magiche atmosfere autunnali, guidati da esperti turistici- naturalistici, che narreranno il territorio approfonditamente. L’anello di circa 14 km è molto panoramico ed al termine propone la visita al Castello di Monticello con narrazione di figure storiche e leggendarie. Al termine della visita si potranno degustare i vini dei produttori locali. Ritrovo alle 9.30 a Monticello d’Alba. Rientro previsto per le 16. Pranzo al sacco. Quota di partecipazione 10€- gratuito sotto i 18 anni; visita narrata e degustazione 10€- gratuito per bambini sotto i 10 anni. Si raccomandano calzature adeguate. Tel. 339 657 5703.

Guarene (CN) – 26 ottobre
Le Colline delle Meraviglie e la Festa della Pera Madernassa
Piacevole camminata sulle colline del Roero con partenza dal borgo storico di Guarene, con la mole del suo Castello barocco. L’itinerario del Sentiero della Pera Madernassa porterà a piccole valli coltivate a frutteto di pere e pesche. Il Sentiero dell’Acino si snoderà sui crinali soleggiati tra i filari del Roero Arneis DOCG ed il Roero DOCG. Al rientro verrà proposta la Festa del Made Roero, dedicato alla prestigiosa Pera Madernassa ed alle eccellenze enogastronomiche locali. L’escursione è di circa 10 km. Ritrovo alle 14.45 a Guarene, partenza alle 15. Il rientro è previsto nel pomeriggio. Pranzo al sacco. Quota di partecipazione 10€- gratuito sotto i 18 anni. Si raccomandano calzature adeguate. Tel. 339 657 5703.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here