“Renato lascia a Sara Gerardi l’attività. Un viso sorridente quello di Sara, che ci abitueremo a vedere in negozio. Un passaggio generazionale”.
Era quanto pubblicava Cose Nostre a Gennaio nel dare notizia che la tabaccheria di via Torino, 6 a Caselle, stava per cambiare titolarità e veniva passato il testimone. Renato, nel salutarci ci disse: “Lascio in ottime mani”.
Siamo ritornati nella storica tabaccheria, che adesso ha assunto il nuovo nome di “Antica tabaccheria del Centro” e mai detto fu più profetico. Si nota immediatamente il tocco del cambio generazionale: una nuova, smagliante insegna luminosa a bandiera, offre già un piacevole senso di novità. Entrato in negozio poi, ecco che vieni colpito dalle vetrinette posizionate sul lato sinistro che si sono riempite, come un prezioso scrigno, di articoli nuovi che apparentemente, ma solo apparentemente, sembrano fuori tema. È proprio passando da queste nicchie che Sara vuole valorizzare il “fumo lento”: sigari, tabacco e pipe.
Il saluto e il meraviglioso sorriso di Sara, impegnatissima a servire il cliente del “mordi e fuggi” per il pacchetto di sigarette, è invece interrotto da chi si sofferma come noi, e chiede qualche informazione in più.
E qui è dove si apre quel mondo nuovo che Alessandro, marito di Sara, ci spiega: “Abbiamo puntato sulla valorizzazione dei cinque sensi e coniato il nostro motto: “Meno sensi di colpa, più coccole per i tuoi sensi “.”
In un apposito armadio refrigerato e ventilato, sono contenuti i migliori sigari esteri, da degustazione e da meditazione; sono i famosi Davidoff.
Lo sguardo spazia dunque su sigari, pipe, distillati, vini, pelletteria, cioccolatini, profumatori per ambiente. La loro eleganza si coniuga perfettamente con i sapori, con gli odori, con il tatto del pellame, cucito su misura su portafogli, portamonete, portachiavi, appositamente confezionati da un artigiano nella “Bottega della Pelle” di Barzago in provincia di Lecco: vere unicità emozionali.
Il classico pensiero regalo o regalo personale, che parte dal pensiero di volersi bene.
Dunque da oggi anche clienti non fumatori, possono entrare nella “Antica Tabaccheria del Centro”, perché Sara propone e sa proporre, oggetti decisamente interessanti.
Si parte dal cioccolato rigorosamente della famosa cioccolateria “A. Giordano” di Leini, celebre laboratorio artigiano, eccellenza piemontese.
Per non parlare dei profumatori per ambiente, confezionati in splendide bottiglie dalle pregiate forme e proposti in 10 profumazioni diverse, e tutte di provenienza rigorosamente italiana e piemontese, la “Crealisse Profumi” di Avigliana. Qui va a nozze il senso dell’odorato, che si permea con la vista di queste bottigliette, esposte nelle nicchie illuminate.
“Siamo alla ricerca quasi maniacale di prodotti veramente unici, come vuole essere il nostro negozio”, ci dice ancora Alessandro, mentre Sara serve quasi ininterrottamente clienti che a volte vengono anche solo per l’ottimo, anche se apparentemente dozzinale servizio di pagamento delle bollette o per ricariche telefoniche.
Quando però si sposta nuovamente l’attenzione sul mercato del senso del gusto, allora Alessandro, che ha superato il terzo ed ultimo livello da “sommelier”, ci mostra gli abbinamenti dei vini da degustazione, quali il Barolo e il Barbaresco, scelti direttamente da lui e da Sara da eccellenti aziende vinicole langarole. Un momento di intimità, di relax e di meditazione passa proprio attraverso questo abbinamento: cioccolato amaro di Giordano, un bicchiere di Barolo e per il fumatore un buon sigaro cubano goduto nella sacralità di un salotto, dove si confondono tutti questi profumi e ti fanno “vivere”, come precisa ancora Alessandro, che prosegue scherzando che i sigari possono essere fumati solo uno alla volta e con tutto il tempo libero del mondo. E mentre le sigarette sono per l’istante, il sigaro è per l’eternità.
E per finire, in mezzo a tutte queste meraviglie, Alessandro ci precisa che a breve arriverà anche l’abbinamento con il famoso “Passito di Caluso”e il “Gin”, e saranno bellissime idee regalo per il prossimo Natale.
Certamente entrare nella “Antica Tabaccheria del Centro”, ne vale la pena anche per i non fumatori, se poi fumatori si è, ecco che acquistare un sigaro Davidoff, è il completamento perfetto per uno stile di vita elegante.
E come diceva Winston Churchill: “Ci sono solo due cose per cui vale la pena vivere: uno è un buon sigaro, l’altro è un sigaro migliore”.
C’è da fidarsi. Fra l’entusiasmo di Sara e la competenza del sommelier Alessandro, “L’antica Tabaccheria del Centro” ci fa ritornare, riscoprire e valorizzare i nostri cinque sensi: occhi e vista, orecchie e udito, bocca e gusto, naso e olfatto, pelle e tatto.

Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.