18 C
Comune di Caselle Torinese
martedì, Maggio 21, 2024

    Giugn, ‘nt ij camp ëd gran

    IJ MÈIS di Carlottina Rocco

    GIUGN… San Gioann, l’amsòira1 an man,

    as na va ‘nt ij camp ëd gran
    e as anvisco an mes ai pra
    ij lumin2 dle neuit d’istà. …

    NEUIT ËD GIUGN di Irma Bertagna Conteri

    A profumo fòrt le reuse!

    Ant le rive ’ncreuse3
    a-j ten-o companìa
    le fior ëd gasìa.
    L’uva ramà4 a piora
    làcrime rosse
    ch’a casco dosse
    ’n sël pra andoa l’erba a canta!

    Lus e ombre:
    ij lumin a ven-o, a van…
    Lontan… avzin…
    As visco coma ij pensé ch’a coro,
    s’antrapo, as rompo!

    Neuit ëd mascarìa5…
    na dossa anvia6 ’d carësse,
    ëd sospir ch’a mòrdo e a crijo…
    Treuvo paròle fërme ’ndrinta al cheur!

    Forse m’anventerai un boneur
    o na speransa…
    O i sfriserai col seugn
    coma véder e sol
    për pituré mia stansia?

    Forse a luseran ancora
    ij canton ëd mè cheur!

    1.     Falce

    2.     Lucciole

    3.     Concave, profonde

    4.     Ribes

    5.     Magia, stregoneria, incantesimo

    6.     Voglia, desiderio

    IJ SANT ËD GIUGN E SÒ PROVERBI

    1.     Se a pieuv ël dì ‘d San Medard (8/6), a val pa la pen-a preparé ‘l botal.

    2.     Pieuva ‘d matin a San Bërnabà (11/6) l’uva bianca l’é bele andà.
    s’a pieuv matin e sèira l’é andà la bianca e la nèira.

    3.     A San Bërnabà va a sié ‘l prà.

    4.     A San Bërnabà l’uva a ven e ‘l fior a va.

    5.     A San Bërnabà ‘l gran com’a l’è a sta.

    6.     San Bërnabà ‘l di pi longh ch’a-i sìa.

    7.     Sant’Antòni (13/6) n’ora bon-a.

    8.     Aqua ‘d San Gioann (24/6) a gava ‘l vin e a da nen ël pan.

    9.     Se a tron-a a san Gioann le nos a tombran.

    10.  San Gioann a l’é ‘n dì ch’a fa sempre ‘d brut temporaj.

    11.  Trist col ann che Dòmine (Corpus Domini) a ciapa San Gioann.

    12.  A San Pé (29/6) ‘l gran ch’a l’è nen madurà a dovrìa maduré.

    Ricordiamo anche queste feste:
    – la festa del CORPUS DOMINI (6 giugno) Ël dì del Miracol
    – la festa della CONSOLATA (20 giugno) La festa dla Consolà

    Dal nome GIOVANNI derivano:

    Erba ’d san Gioan = artemisia volgare

    Uva ’d san Gioan = ribes.

    Gioanin, Gianin = il verme che si può trovare nelle ciliegie.

    Giandoja = Giovann d’ la doja; ‘Giovanni della brocca, del boccale’; è la maschera piemontese rappresentata con in mano un boccale.

    Giampitadé = L’Ebreo errante.

    La voce ricorre nell’espressione A l’ha fane pi che Giampitadé an Fransa.

    L’Ebreo errante, secondo una versione leggendaria della Passione, è colui che respinse Gesù dicendoGli: “Cammina” quando passò con la croce e si appoggiò alla sua casa. Secondo altre leggende è identificato con l’ebreo che avrebbe percosso Gesù mentre portava la croce o, secondo un’altra tradizione, con il soldato che lo avrebbe schiaffeggiato davanti al sommo sacerdote Anna.

    Gesù lo condannò ad andare vagabondo per il mondo fino alla fine dei secoli, senza potersi mai fermare, con soli cinque soldi in tasca e ritornando ogni cento anni negli stessi luoghi da cui passò la prima volta.

    Una varietà di nomi sono stati dati a L’Ebreo errante: Johannes Buttadeus; Ahasuerus; Cartophilus.

    Giampitadé è alterazione di Giovanni Buttadeo.

    Gianfotre = furfante, briccone.

    dal latino FUTTÉRE – FUTUÉRE ‘possedere sessualmente’ = Giovanni + fottere.

    Gianbraghëtta = (letteralmente Giovanni braghetta) uomo da poco; persona inconsistente. Giantinivela = perditempo, buono a nulla.

    Dal francese Jean de Nivelle, leggendario signorotto del XV secolo sciocco e poco furbo.

    Gianfatut = faccendone.

    Dal latino JOHANNES FACIT TUTTUM = factotum.

    Gianmòl = uomo lento, impacciato.

    Gianblan = babbeo; pagliaccio.

    Dalla caratteristica coloritura bianca del clown.

    Gianfarin-a = mugnaio; clown; sciocco, ingenuo.

    Da Giovanni e farina, che allude sia all’essere infarinato del mugnaio che al trucco del pagliaccio.

    Gianass, Gianassa = sciatto, disordinato.

    Etimo incerto, potrebbe derivare dal latino JOHANNES.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Michele Ponte
    Michele Ponte
    Nato a Torino. Lingua madre: Italiano; lingua padre: Piemontese. Mi interesso di letteratura e canzoni popolari del Piemonte. Ho realizzato alcuni Scartari (quaderni) intitolati: Spassgiade tra poesìe, canson e conte piemontèise (Passeggiate tra poesie, canzoni e racconti piemontesi) che sono stati presentati in varie occasioni con esecuzione dal vivo delle canzoni.

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    temporale
    17.7 ° C
    19.1 °
    16 °
    82 %
    2.6kmh
    75 %
    Mar
    16 °
    Mer
    19 °
    Gio
    14 °
    Ven
    21 °
    Sab
    20 °

    ULTIMI ARTICOLI

    Gestione cimitero di Caselle: gara deserta

    0
    La gestione del cimitero di Caselle, comprendente le attività di manutenzione ordinaria e di sorveglianza, non è effettuata con personale comunale, ma è affidata...