Vamos a la playa

0
334


Ci siamo: la tanto agognata estate con le sue temperature ormai da paese tropicale è arrivata, portandosi appresso eventi climatici catastrofici e caldo insopportabile, disastri e colate di fango, frane e allagamenti, il tutto annunciato, previsto, con tanto di passaggio delle autorità in elicottero sopra le zone disastrate, uno sguardo dall’alto, forse un lancio di fiori, e il prossimo anno si replica.
A parte queste consuetudini ormai radicate nel nostro martoriato Paese, direi buone vacanze a tutti. Le abbiamo desiderate dallo scorso settembre.
Buone vacanze agli studenti, maturandi e non, che hanno raggiunto ognuno il proprio traguardo. Anche ai genitori dello studente che ha accoltellato la professoressa in aula e che vista la bocciatura sono ricorsi al TAR: forse avranno pensato che a parte la “bravata” andava bene in fisica e matematica.
Buone vacanze alla scuola in generale che si trascina con schede, test a crocette, percorsi, salvo poi accorgersi del baratro dell’impreparazione degli studenti.
Buone vacanze ai genitori che ostinatamente, con tenacia, difendono i propri pargoli nonostante le evidenti prove negative e che hanno preso (loro sì) possesso della scuola con autorità, e guai a contraddirli.
Buone vacanze soprattutto a voi insegnanti, ai docenti tutti, che andate avanti vessati da una burocrazia spaventosa, progetti assurdi, minacce, violenze, che prima di tutto dovete promuovere e poi viene il resto: scappate, datevi alla macchia per un paio di mesi, perché il rappresentante di classe vi ha inclusi nella chat del gruppo genitori e sicuramente a Ferragosto vi chiederà se i bambini dovranno portare il grembiulino o meno o il perché la cartella (lo zaino) debba essere così pesante.
Scappate!
Buone vacanze a chi ormai conta quasi settanta primavere e deve ancora lavorare, ma si sente consigliare di non uscire nelle ore più calde e di bere tanta acqua, il servizio classico che ogni TG manda in onda.
Buone vacanze anche ai giornalisti che quotidianamente di questi tempi ci consigliano di mangiare leggero, consumare gelati e roba fresca, quale crema solare sia la migliore, di non sostare sotto il sole a 40° in piazza e accorgimenti per la prova costume.
Buone vacanze, iniziate ormai da diversi giorni, alla RAI che continua a propinarci repliche e film che vedevo da ragazzino o Gigi D’Alessio in tutte le salse, incurante dell’emorragia di conduttori che per scelta o meno hanno preso nuove strade.
Buone vacanze ai nostri politici, sempre più lontani dai veri problemi della gente, ora più che mai, impegnati a commemorare, elogiare le opere e santificare chi voi ben sapete, cancellando qualsivoglia ombra sul suo operato, dalla mafia alla corruzione, alle minorenni, che introdusse quella cultura di mercato secondo la quale  tutto si compra e si vende, dai senatori alle ragazzine.
Buone vacanze alle nostre squadre che non hanno portato a casa nemmeno un trofeo, peccato, ed anche al fenomeno Pogba che non le inizia e non le termina: lui ci vive in vacanza, spesato da una direzione bianconera particolarmente attenta.
Buone vacanze a tutti coloro che rimarranno bloccati dai cantieri sulla A14, o sull’Autostrada del Sole, diretti là dove i prezzi sono aumentati senza ritegno, dal casello, all’albergo, all’ombrellone, ma con un po’ di sacrificio si manda giù il boccone amaro.
Buone vacanze ai complottisti che ultimamente si sono dannati l’anima per aprirci gli occhi e (forse) smetteranno di postare scie chimiche, cieli troppo azzurri, troppo nuvolosi, troppo velati, degli aerei che provocano i disastri a piacimento spargendo “qualcosa” nell’aria; non chiedetemi cosa. Placatevi anche voi: essere costantemente oscurantisti dev’essere una fatica.
Buone vacanze a tutti coloro che predicano gentilezza salvo poi smentirsi pubblicando sui social pensieri e parole che nulla hanno di gentile, anzi. C’è troppa gentilezza in giro, troppo viola, tante intenzioni e raccomandazioni che tali rimangono e lasciano il posto all’intolleranza.
Buone vacanze agli youtuber e ai tiktoker che raccoglieranno sicuramente materiale da propinare al rientro, atteso come manna dal cielo, tipo i ragazzotti che si sdraiano in mezzo alla strada sfidando la sorte.
Buone vacanze a tutti.

- Adv bottom -
Articolo precedenteSuccesso per la seconda ” Notte Bianca”
Articolo successivoSta per aprire “La Porta del Sole”
Luciano Simonetti
Sono Luciano Simonetti, impiegato presso una azienda facente parte di un gruppo americano. Abito a Caselle Torinese e nacqui a Torino nel 1959. Adoro scrivere, pur non sapendolo fare, e ammiro con una punta di invidia coloro che hanno fatto della scrittura un mestiere. Lavoro a parte, nel tempo libero da impegni vari, amo inforcare la bici, camminare, almeno fin quando le articolazioni non mi fanno ricordare l’età. Ascolto molta musica, di tutti i generi, anche se la mia preferita è quella nata nel periodo ‘60, ’70, brodo primordiale di meraviglie immortali. Quando all’inizio del 2016 mi fu proposta la collaborazione con COSE NOSTRE, mi sono tremati i polsi: così ho iniziato a mettere per iscritto i miei piccoli pensieri. Scrivere è un esercizio che mi rilassa, una sorta di terapia per comunicare o semplicemente ricordare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.