9.7 C
Comune di Caselle Torinese
giovedì, Aprile 18, 2024

    La dispensa dalla collazione

    Il nostro notaio, il dottor Gabriele Naddeo, questo mese ci prospetta alcune interessanti ordinanze in tema di eredità, responsabilità patrimoniale, questioni legate al condominio e contratti agrari. Da leggere con estrema attenzione.

    Cassazione, ordinanza 24 maggio 2023, n. 14274, sez. II civile
    Divisione – Divisione ereditaria – Operazioni divisionali – Formazione dello stato attivo dell’eredità – Collazione ed imputazione – Resa dei conti – Oggetto – Collazione di donazioni ricevute – Dispensa parziale – Ammissibilità – Fondamento.
    La dispensa dalla collazione è l’istituto con cui il donante esonera il donatario da imputare alla quota di legittima quanto donato; in altri termini, il donatario, al momento della morte del donante, potrà chiedere l’intera quota di legittima in patrimonio ereditario, oltre al bene donato. Se, al contrario, non ci fosse la dispensa dalla collazione, il donatario dovrebbe scalare dal valore della quota di legittima il valore del bene donato. Per la Corte di Cassazione è legittima la clausola con la quale il donante dispensi espressamente e parzialmente il donatario dalla collazione, non essendoci ragione per negare al donante la facoltà di esplicare la propria autonomia anche con il prevedere una dispensa parziale da collazione.

    Revocatoria
    Cassazione, Ordinanza 13 Giugno 2023, N. 16680, Sez. Ii Civile
    Responsabilità patrimoniale – Conservazione della garanzia patrimoniale – Revocatoria ordinaria (Azione pauliana); Rapporti con la simulazione – Ambito oggettivo – Azione revocatoria – Donazione indiretta di immobile mediante versamento, da parte del debitore, del denaro necessario ad acquistarlo – Ammissibilità – Fattispecie.
    Con questa ordinanza, la Corte di Cassazione statuisce che anche con una donazione indiretta il debitore può essere attaccato con l’azione revocatoria; la donazione indiretta si ha in tutti quei casi in cui un soggetto permette a un altro di arricchire il proprio patrimonio senza che vi sia ho un impoverimento diretto del patrimonio del donante. Si pensi al caso in cui un soggetto fornisce alla propria moglie e dei propri figli il denaro utile per comperare una situazione. L’azione revocatoria, pertanto, può avere ad oggetto la donazione indiretta che il debitore abbia compiuto in favore degli acquirenti del bene da un terzo, fornendogli il denaro necessario per la relativa compravendita.

    Condominio
    Cassazione, Sentenza 27 settembre 2023, N. 27432, Sez. Ii Civile Condominio – Sottotetto – Parti comuni – Requisiti.
    Con la presente sentenza la Corte di Cassazione esprime un principio molto chiaro in materia di sotto tetti condominiali: prima di tutto bisogna analizzare i titoli, ossia i singoli atti di compravendita e il regolamento di condominio qualora sia stato stipulato; in mancanza bisognerà guardare il dato fattuale, ossia come è strutturato il vano sottotetto. Se esso risulti in concreto, per le sue caratteristiche strutturali e funzionali, oggettivamente destinato, anche solo potenzialmente, all’uso comune o all’esercizio di un servizio di interesse comune, va considerato bene comune; il sottotetto può considerarsi, invece, pertinenza dell’appartamento sito all’ultimo piano solo quando assolva all’esclusiva funzione di isolare e proteggere dal caldo, dal freddo e dall’umidità, e non abbia dimensioni e caratteristiche strutturali tali da consentirne l’utilizzazione come vano autonomo.

    Contratti Agrari
    Cassazione, Ordinanza 25 Agosto 2023, N. 25285, Sez. Ii Civile
    Contratti agrari – Diritto di prelazione e di riscatto – Terreni con destinazione urbana – Diritto di prelazione agraria – Sussistenza – Esclusione – Qualificazione formale come terreni agricoli – Irrilevanza.
    L’art. 8 della l. n. 590 del 1965 deve essere interpretato nel senso che sono esclusi dalla prelazione agraria i terreni cui gli strumenti urbanistici, anche in corso di approvazione, riconoscano una destinazione urbana, prevedendone un’edificabilità maggiore di quella per le zone agricole; tale destinazione prevale sulla qualificazione formale di tali terreni come agricoli. Per la Corte di Cassazione, dunque, non conta l’effettivo utilizzo del terreno, bensì quella che dal piano regolatore è considerata la destinazione di esso: un terreno, seppur condotto da un coltivatore, non dà diritto a quest’ultimo ad alcuna prelazione agraria qualora sia considerato un terreno destinazione urbana.

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Gabriele Naddeo
    Gabriele Naddeohttps://www.gabrielenaddeo.it/notaio-naddeo/
    Naddeo Gabriele nasce a Bologna il 30 marzo 1975, ove vive sino all’età di dieci anni per poi trasferirsi con la famiglia in Piemonte, a Carignano (TO). Consegue la maturità classica al Liceo “Guglielmo Baldessano” di Carmagnola. Si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Torino ove si laurea il 14 luglio 2000. Dopo la laurea, nel 2002, supera l’esame di avvocato, rimanendo iscritto per due anni all’Albo professionale di Torino, e per cinque anni all’Albo professionale di Alba. Si trasferisce nel 2001, rimanendovi per quasi cinque anni, a Salerno, ove svolge la pratica notarile e frequenta le scuole notarili del Presidente Guido Capozzi e del Notaio Claudio Trinchillo entrambe in Napoli. Nel 2005 torna a Torino dove frequenta la scuola notarile presso il Consiglio Notarile di Torino e Pinerolo in Torino. Sempre nello stesso anno, si sposa e comincia ad esercitare la professione forense. Nel 2010 consegue la qualifica di Esperto Legislativo – Valutatore S.G.A. UNI EN ISO 14001. Vince il concorso notarile bandito con D.D. 10 aprile 2008, venendo destinato come Notaio di prima nomina alla sede notarile di Caselle Torinese nel mese di luglio 2012, ove tutt’oggi continua ad esercitare.

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    pioggia leggera
    10.6 ° C
    12.8 °
    9 °
    50 %
    5.1kmh
    75 %
    Gio
    14 °
    Ven
    16 °
    Sab
    18 °
    Dom
    15 °
    Lun
    7 °

    ULTIMI ARTICOLI

    Libera Chiesa, Libero Stato

    0
    I Patti Lateranensi sono gli accordi stipulati tra il Regno d’Italia e la Chiesa cattolica romana l’11 febbraio 1929 allo scopo di definire i...

    Il giovane Puccini